Iscriviti
Milano

Tragico schianto sull’autostrada A7 Milano-Genova: muore la dottoressa Chiara Picchi

La dottoressa 39enne Chiara Picchi ha perso la vita in un tragico schianto avvenuto sull’autostrada A7 Milano-Genova. Tre le auto coinvolte nel tamponamento.

Cronaca
Pubblicato il 22 gennaio 2022, alle ore 13:44

Mi piace
0
0
Tragico schianto sull’autostrada A7 Milano-Genova: muore la dottoressa Chiara Picchi

Ascolta questo articolo

Tragedia sull’autostrada Milano-Genova, in cui, in un incidente che ha visto coinvolte 3 auto, ha perso la vita la 39enne dottoressa di Pavia Chiara Picchi, che lavorava all’ospedale Macedonio Melloni di Milano, dove era dirigente medico del pronto soccorso.

Chiara, dunque, non ce l’ha fatta, a seguito dell’impatto avvenuto nella serata del 20 gennaio, prima delle 20:00, all’altezza di Binasco. Ora la dinamica esatta dell’incidente è al vaglio della Polizia Stradale.

L’accaduto

I soccorritori, al loro arrivo sul luogo del sinistro, hanno trovato Chiara in arresto cardiaco e l’hanno trasportata d’urgenza in elisoccorso all’ospedale San Matteo di Pavia, dove i medici non hanno potuto far nulla per salvarle la vita e ne hanno dichiarato ufficialmente il decesso. Il violento tamponamento, che ha visto coinvolte 3 auto,tra cui quella della 39enne, non ha lasciato scampo alla professionista. 

Mentre si cerca di ricostruire l’accaduto, una delle ipotesi che sta prendendo piede è quella secondo la quale una delle auto coinvolte è rimasta in panne e si è poi verificato un tamponamento ma saranno i rilievi della Polstrada a chiarire l’esatta dinamica. Nell’incidente sono rimasti coinvolti anche un 47enne, uscito quasi indenne, con ferite superficiali, e un 41enne, portato in codice rosso all’ospedale Policlinico, le cui condizioni sono molto gravi.  Chiara, che portava con orgoglio, passione e dedizione il suo camice bianco, di pazienti in condizioni critiche ne avrà visti migliaia, come ricorda chi la conosceva.

Nel 2007 si era laureata in Medicina, a Pavia, per poi iniziare la carriera da internista, in reparti difficili, anche oncologici, fino a ricoprire il ruolo di dirigente medico di primo livello all’ospedale Macedonio Melloni dell’Asst Fatebenefratelli-Sacco. Una carriera lunga e ricca di soddisfazioni, la sua, fatta di sacrifici ma anche di tanta passione. Chiara era una professionista stimata e una giovane donna “sempre sorridente, allegra. E’ questo che ricordano di lei i suoi amici che ancora non si danno pace per il tragico incidente in cui la giovane donna ha perso la vita. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Non ci sono davvero parole per descrivere l'accaduto, con la speranza che le indagini in corso possano ricostruire gli ultimi istanti di vita di questa giovane professionista, stimata da tutti. Riposa in pace Chiara e veglia sempre sui tuoi cari e su tutti coloro che ti hanno amato nella tua vita terrena.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!