Iscriviti

Tragedia nel foggiano: uomo uccide moglie e figlie e poi si toglie la vita

Un agente penitenziario nella notte uccide, con l’arma di ordinanza, la moglie e le due figlie e, dopo aver avvisato i carabinieri, si suicida sparandosi alla testa

Cronaca
Pubblicato il 12 ottobre 2019, alle ore 11:17

Mi piace
3
0
Tragedia nel foggiano: uomo uccide moglie e figlie e poi si toglie la vita

Tragedia tra le mura domestiche a Orta Nova in provincia di Foggia, con un’intera famiglia sterminata da un 53enne, Ciro Curcelli, assistente capo della polizia penitenziaria.

Il tutto è avvenuto nella notte quando, secondo la ricostruzione dei carabinieri, in un appartamento di Via Luigi Guerrieri, nel centro della cittadina foggiana, l’uomo, utilizzando una calibro 9 di ordinanza, ha assassinato la moglie Teresa Santolupo, 54enne. La furia omicida dell’uomo non si è placata e, recatosi nella stanza delle due figlie Miriana e Valentina di 13 e 18 anni, ha fatto fuoco anche contro le due ragazze, mentre erano a letto.

A questo punto, l’omicida ha telefonato al 112 avvisando di aver compiuto una strage e preannunciando il suo suicidio: “ho ucciso mia moglie e le mie figlie, adesso mi uccido, vi lascio la porta aperta”. All’arrivo sul posto, i militari hanno trovato i quattro cadaveri e nessun biglietto o messaggio di spiegazione della strage. L’unico sopravvissuto è il terzo figlio, Antonio, di 26 anni, che vive a Ravenna.

Increduli i vicini di casa e il fidanzato di Valentina, la figlia 18enne, che – pur non conoscendo personalmente i genitori della ragazza – non aveva mai ravvisato che ci potessero essere problemi in famiglia. Una vicina ha raccontato di non aver sentito né litigi né grida, ma solo un colpo, che non ha associato ad uno sparo di pistola. Ultimamente l’uomo era apparso un po’ depresso, con la testa tra le nuvole, ma comunque stravedeva per la moglie e per i tre figli, senza mai far presagire che potesse avere un raptus tale da compiere questa strage.

Sconvolto Mimmo Lasorsa, sindaco di Orta Nova, che su Facebook ha manifestato il suo dolore e quello di tutta la comunità per le vite spezzate delle tre donne, senza nessuna apparente giustificazione, annunciando l’istituzione del lutto cittadino nelle prossime ore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Una tragedia che lascia tutti increduli e addolorati. Come può un uomo uccidere la propria compagna e soprattutto le proprie figlie? Non conosciamo i motivi di questo gesto, ma a volte, anche solo guardando negli occhi di un vicino di casa, potremmo capire se si tratta di una persona che ha bisogno di un aiuto in un momento difficile della propria vita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!