Iscriviti

Tragedia in Val di Fassa, travolta sulle strisce mentre passeggia col marito: arrestata una donna

Clelia è morta sotto gli occhi del marito, travolta sulle strisce. Arrestata una 33nne di origini romene che dopo aver investito la donna, è scappata.

Cronaca
Pubblicato il 20 dicembre 2021, alle ore 12:02

Mi piace
0
0
Tragedia in Val di Fassa, travolta sulle strisce mentre passeggia col marito: arrestata una donna

Clelia Nicolao, 67 anni, residente a Campitello di Fassa, in provincia di Trento, è stata falciata a Fontanazzo, mentre si trovava sulle strisce pedonali assieme al marito Vittorio Zuech, che per fortuna è rimasto miracolosamente illeso. 

Nella notte sono scattate le manette per la donna che ha travolto e ucciso la povera Clelia. Si tratta di una 33enne rumena che, da alcuni anni, vive in Val di Fassa.

L’accaduto 

I due coniugi ieri pomeriggio, 19 dicembre 2021, attorno alle 16:00, stavano facendo una passeggiata dopo il pranzo con la figlia a Campitello. All’altezza del ristorante Lo Scoiattolo, è bastato un secondo perchè avvenisse la tragedia. Un’auto è piombata su di loro. Clelia Nicolao è stata travolta in pieno, finendo poi sull’asfalto immobile. La conducente che l’ha investita non si è fermata a prestare alcun soccorso, proseguendo la corsa a gran velocità. 

L’allarme è stato dato da un secondo guidatore, giunto sul posto qualche istante dopo. Immediato l’arrivo di ambulanza, vigili del fuoco di Mazzin, dei corpi di Canazei e di Campitello di Fassa e dei carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica e risalire all’identità del conducente. Da Trento è arrivato anche l’elisoccorso con l’equipe medica d’emergenza. Purtroppo per Clelia Nicolao, operatrice socio sanitaria in pensione, non c’è stato nulla da fare a causa delle gravi ferite riportate dopo il violento impatto.

Mentre nella valle si diffondeva la notizia della tragedia, partiva la caccia all’investitore che si è conclusa in tarda serata. Nella notte le autorità sono arrivate alla persona alla guida della vettura che ha investito la 67enne. La donna è stata individuata grazie alle testimonianze del marito e degli automobilisti che hanno assistito all’investimento. È stata condotta nella caserma dei carabinieri e sottoposta ad un lungo interrogatorio, culminato poi nell’arresto. Clelia lascia due figli Cristian e Irene, non aveva perso i contatti con il proprio paese di origine, dove spesso ritornava nella casa dei suoi genitori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una morte improvvisa ed atroce quella di Clelia. Non ci sono parole per descrivere il dolore che si prova dinnanzi a simili tragedie. Sono vicina al dolore dei familiari della vittima, in particolare al marito che ha visto morire sua moglie davanti ai suoi occhi. Le mie più sentite condoglianze.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!