Iscriviti

Tragedia in provincia di Padova: uccide i due figli e si suicida

Stamattina Alessandro Pontin ha accoltellato e ucciso i suoi due figli, per poi suicidarsi con le stesse modalità. Una tragedia immane avvenuta a Trebaseleghe.

Cronaca
Pubblicato il 20 dicembre 2020, alle ore 21:21

Mi piace
0
0
Tragedia in provincia di Padova: uccide i due figli e si suicida

Tragedia in un’abitazione di Sant’Ambrogio di Trebaseleghe, in provincia di Padova. Stamattina un uomo, il 49enne Alessandro Pontin, ha accoltellato i suoi due figli minori Francesca, 15 anni e Pietro, 13, che hanno cercato di sfuggire alla furia omicida del padre, prima di morire entrambi con profonde ferite alla gola, per poi suicidarsi, accoltellandosi a sua volta. Il suicidio-omicidio è stato scoperto dallo zio dell’omicida, stamattina recatosi alla villa in cui viveva suo fratello separato. 

L’uomo ha immediatamente avvertito i carabinieri. Inizialmente si è pensato al sequestro dei due minorenni, ma poi si è arrivati alla sconvolgente scoperta. L’uomo avrebe ucciso i due figli accoltellandoli alla gola nel sonno e, infine, recidendosi carotide e giugulare, si sarebbe tolto la vita. 

Chi era Alessandro Pontin

Di origini veneziane, di Noale, l’omicida-suicida era un falegname appassionato di massaggi olisitici e discipline orientali, separatosi dalla moglie da diversi anni. I figli risiedevano con la madre a Giorgio delle Pertiche ma stavano trascorrendo qualche giorno con il padre, come da accordi legali stabiliti dalla sentenza di divorzio. La donna, 47enne, padovana, avvertita della tragedia, ha accusato un malore ed è stata ricoverata in ospedale in stato di choc. 

Alessandro Pontin aveva una nuova fidanzata e chi lo conosce dice che stava attraversando un periodo felice dopo un divorzio difficile. Al momento non si conosce il movente dell’aggressione. Sul caso stanno indagando i carabinieri del Nucleo investigativo coordinati dal pm Sergio Dini.

 Il 2020 non sarà ricordato solo per il maledetto virus ma anche per i tanti, troppi omicidi-suicidi che hanno visto morire tanti bambini, a partire dalla tragedia dei gemellini uccisi dal padre, fino ad arrivare alla strage di Carignano. Ed oggi un nuovo terrificante capitolo. Ignoti, per il momento, i motivi dell’omicidio-suicidio. Ancora non si conoscono le ragioni che hanno scatenato la rabbia omicida di Alessandro Pontin. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Lenti

Katia Lenti - Dramma familiare, stamattina, in provincia di Padova, con il suicidio-omicidio di Alessandro Pontin. Spero tanto che vengano presto a galla i motivi di tale gesto così efferato e che i piccoli, ora splendidi angeli, possano avere la giustizia che meritano. Riposate in pace Francesca e Pietro. Un forte abbraccio alla loro mamma.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!