Iscriviti

Tragedia a Novara: bimba di 15 mesi muore soffocata da un boccone

Una bimba di 15 mesi è morta, soffocata da un boccone, davanti agli occhi dei genitori e del fratellino. Il pezzo di pane le avrebbe ostruito la trachea ma si attendono gli esiti dell'autopsia.

Cronaca
Pubblicato il 7 gennaio 2022, alle ore 16:31

Mi piace
0
0
Tragedia a Novara: bimba di 15 mesi muore soffocata da un boccone

Tragedia ieri, nella giornata dell’Epifania, a Romentino in provincia di Novara, esattamente in località Cascina Guzzafame, nella zona verso il Ticino. Qui una bambina di 15 mesi è morta soffocata dopo aver mangiato un pezzo di pane. 

Il boccone di cibo, stando ai primi riscontri, le avrebbe ostruito la trachea, non lasciandole scampo. Il dramma si è consumato improvvisamente, sotto gli occhi dei genitori e del fratellino di 6 anni. Ora, naturalmente, sarà l’autopsia a stabilire le cause esatte della morte della piccola. 

La ricostruzione della tragedia 

Nella cascina, oltre alla famiglia della vittima, risiedono altri nuclei familiari. Poco prima di mezzogiorno di ieri, 6 gennaio 2022, i genitori della bambina hanno dato l’allarme, uscendo in strada e gridando che un pezzo di pane era andato di traverso alla figlia. I vicini hanno subito chiamato il 118 e, su indicazioni dei sanitari, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, avrebbero cercato di rianimarla. All’arrivo dell’ambulanza un medico ha tentato varie manovre per salvare la piccola ma tutto è stato inutile. Sul posto sono giunti anche i Carabinieri della Stazione di Galliate, oltre al magistrato di turno e al medico legale. 

Se un boccone va di traverso, o si eseguono immediatamente le manovre di salvataggio suggerite da medici e pediatri o il bambino muore. Il piccolo smette di respirare, diventa cianotico, annaspa in cerca d’aria. La corsa in pronto soccorso è troppo lunga, e anche per l’arrivo dei rianimatori, pur a sirene spiegate, passano troppi minuti.

Mentre si attende l’arrivo dei soccorritori del 118, ci si deve sedere sistemando il bimbo a faccia in giù sulle gambe, dando colpi sulla schiena dal centro verso l’esterno. Poi deve essere posto su un piano rigido praticando compressioni toraciche simili al massaggio cardiaco. Mai metterlo a testa in giù, perché non ci sono evidenze di efficacia.Fra i bambini da zero a quattro anni il soffocamento è la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una tragedia improvvisa, avvenuta proprio nel giorno dell'Epifania, davanti agli occhi dei genitori e del fratellino. Il soffocamento è un fenomeno diffuso molto più di quanto si pensi, purtroppo. Le mie più sentite condoglianze ai familiari della piccola vittima, certa che da lassù questo piccolo angelo veglierà sempre su di loro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!