Iscriviti
Venezia

Tragedia a Mira: il Covid stermina l’intera famiglia Busso

Tutta la famiglia Busso, padre, madre e figlio, sono stati portati via dal Covid. A Mira tutti sono rimasti sconvolti di fronte alla notizia dei 3 decessi, avvenuti nell'arco di pochi giorni l'uno dall'altro.

Cronaca
Pubblicato il 20 gennaio 2021, alle ore 10:17

Mi piace
1
0
Tragedia a Mira: il Covid stermina l’intera famiglia Busso

Siamo a Mira, in provincia di Venezia. Proprio qui si è consumata una tragedia che ha sconvolto l’intero comune…una tragedia immane, in quanto il Covid, nell’arco di pochissimi giorni, ha strappato alla vita terrena un’intera famiglia, la famiglia Busso, composta da figlio, madre e padre.

Prima la morte di Ivan, 42 anni, poi è toccato a Gina Smerghetto, la mamma, 65enne e, infine, nella notte di lunedì, è deceduto il padre di Ivan, Gianni, 72 anni, il cui cuore ha smesso di battere all’ospedale Angelo di Mestre, dove era ricoverato dall’ 11 dicembre.

La notizia del dramma è stata data dallo stesso don Alessandro Rosin, parroco di Malcontenta, all’inizio delle esequie di Ivan, nella chiesa di Sant’Ilario. Alcuni sono scoppiati a piangere; altri hanno dovuto sedersi per un mancamento.

L’accaduto

Ivan Busso, 42 anni, falconiere, sposato, con una bimba di 2 anni, era molto conosciuto per via del suo lavoro, che lo portava ad esibirsi negli ambienti di lusso. L’uomo è deceduto il 1 gennaio e, durante l’omelia, al suo funerale,il 15 gennaio, è stato don Alessandro a dare il triste annuncio della morte di mamma Gina, dicendo: “Purtroppo in queste ore è morta anche la mamma di Ivan”.

A distanza di 3 giorni, anche il papà Gianni non ce l’ha fatta, tanto che gli amici scrivono: “L’unica consolazione è pensare che siano tutti e 3 insieme, in cielo”. Il calvario della famiglia Busso è iniziato quando Ivan, sposato, il 3 dicembre, a iniziato ad accusare febbre alta, per poi giungere all’esito positivo del tampone molecolare e al ricovero al Covid Hospital di Dolo, nella Riviera del Brenta, prima nel reparto di medicina e poi in terapia intensiva, con l’aggravamento delle sue condizioni per via di un’infezione batterica, fino al decesso. 

Mente era in ospedale a Dolo, anche i genitori sono stati ricoverati in gravissime condizioni. La mamma, ammalatasi una settimana dopo il figlio, è morta qualche ora prima del funerale di Ivan, mentre papà Gianni, le cui condizioni sembravano fossero migliorate, tanto che qualche giorno fa è riuscito a vedere in videochiamata la sua adorata nipotina, sperando di poterla riabbracciare quanto prima, non sapeva che quello sarebbe stato, in realtà, il suo addio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Lenti

Katia Lenti - Le parole non servono, di fronte a notizie del genere. Dolore, tristezza, rabbia per questo maledetto Covid che continua a mietere vittime. Rip in pace Ivan, Gina e Gianni e che il paradiso vi accolga, ponendo fine alle vostre sofferenze. Un forte abbraccio e il mio più sentito cordoglio ai familiari che piangono i loro cari scomparsi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!