Iscriviti
Torino

Torino, uomo cerca di sfuggire al controllo della polizia sfrecciando a 140km/h su uno scooter, poi viene arrestato.

A Torino un uomo di 43 anni italiano viene arrestato dopo una folle corsa. In sella al suo scooter è passato ripetutamente con il rosso, sfrecciato contromano a 140 km orari rischiando di investire pedoni e provocare frontali con altre auto.

Cronaca
Pubblicato il 12 aprile 2020, alle ore 19:19

Mi piace
13
8
Torino, uomo cerca di sfuggire al controllo della polizia sfrecciando a 140km/h su uno scooter, poi viene arrestato.

A Torino è iniziata una lunga fuga per la città di un folle, che si è conclusa fortunatamente senza feriti e con l’arresto del ragazzo a bordo del suo scooter. Oggi a Torino in via Bologna una pattuglia della polizia ha intercettato uno scooter che viaggiava a forte velocità.

La volante ha iniziato l’inseguimento dello scooter intimando l’alt davanti alla Croce Rossa. L’uomo ha ignorato la richiesta della polizia. Il motociclista non solo ha deciso di non fermarsi ma ha aumentato la velocità raggiungendo i 140 km orari.

Vista la reazione del motociclista è nato un inseguimento tra Corso Regio Parco e angolo via Rossetti, luogo in cui il motociclista ha rischiato di investire dei pedoni per poi proseguire la sua marcia contromano.

Nonostante le ripetute richieste di fermarsi l’uomo ha proseguito la sua fuga passando ripetutamente con il semaforo rosso e rischiando di schiantarsi contro le auto che incontrava ed effettuando uno zigzag con cui cambiava più volte corsia fino a infilarsi in Strada Settimo dove ha superato per l’ennesima volta il semaforo con il rosso per poi proseguire la sua corsa contromano costringendo le auto in transito in direzione opposta a brusche manovre per evitare l’impatto.

L’uomo, giunto in via Cuoco, ha rischiato per l’ennesima volta di investire un pedone. Sul ponte Amedeo VIII ha rallentato la sua marcia poiché ha trovato una pattuglia della polizia municipale che gli ostacolava la fuga. L’uomo, seguito dalla volante, non aveva nessuna intenzione di arrendersi. Il motociclista inizialmente ha tentato una manovra disperata che lo ha fatto cadere a terra e a questo punto ha provato a fuggire a piedi aggredendo anche i poliziotti che lo stavano braccando.

La sua fuga è terminata proprio lì dove è stato arrestato. Il motociclista è un 43enne italiano con precedenti penali alle spalle e che era alla guida dello scooter senza patente: lo scooter era inoltre privo di assicurazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Allora! Già trovo folle che se ti dicono di stare a casa tu continui a ostinarti a fare l'idiota e ad uscire. In più attiri l'attenzione delle pattuglie, che sai essere sicuramente presenti sul territorio, andando a forte velocità e oltretutto decidi di non fermarti, di passare col rosso, effettuare molteplici infrazioni stradali e mettere in pericolo la vita altrui per poi concludere con la ciliegina sulla torta: aggressione a pubblico ufficiale. Ebbene fai schifo e spero si aprano le porte del carcere in cui devi rimanere a lungo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!