Iscriviti
Torino

Torino, segnala la buca ma nessuno la ripara: armato di calcestruzzo scende in strada

Preoccupato per i concittadini che dovevano passare sopra a quella buca pericolosa, un 22enne di Ciriè scende in strada con sabbia e calcestruzzo per rattoppare la buca nella strada pubblica.

Cronaca
Pubblicato il 12 aprile 2019, alle ore 11:15

Mi piace
1
0
Torino, segnala la buca ma nessuno la ripara: armato di calcestruzzo scende in strada

Si chiama Luca Milone, ha 22 anni, e lavora come manutentore alla cartiera Ahlstrom di Mathi: è lui il nuovo eroe di Ciriè in provincia di Torino, dopo il suo grande gesto compiuto domenica scorsa quando, preoccupato per l’incolumità dei suoi concittadini di fronte ad una brutta buca presso la strada pubblica del paese, si è armato di sabbia e calcestruzzo e ha deciso così di rattoppare quella stessa buca con le sue mani.

Dopo il grande gesto civico di Luca, la sua storia ha fatto presto il giro del web, attirando in particolar modo molti commenti positivi e di ringraziamento da parte degli stessi abitanti di Ciriè. Il giovane però, così come racconta ai microfoni di Repubblica e dei media locali, non sente di aver fatto nulla di speciale, poiché – abitando in quella città e amandola profondamente – è come se “avesse aggiustato qualcosa di rotto a casa sua“.

Così come racconta Luca Milone, il 22enne – diventato simbolo della città di Ciriè – aveva segnalato una buca molto pericolosa presente in via Vittorio Emanuele II, una zona molto centrale e frequentata essendo piena di bar.

La segnalazione, però, è stata fatta di domenica, un giorno festivo, perciò nessuno si sarebbe fatto vivo durante la giornata per sistemare quella strada molto pericolosa, ed è stato questo a smuovere il 22enne che – nel pomeriggio dello stesso giorno – è sceso in strada armato di sabbia e calcestruzzo.

La riparazione della buca è durata circa un’ora, tanto che il giovane Luca Milone si è schermito, con falsa modestia, dicendo: “ho solo ritardato il mio aperitivo“. Il giovane ha affermato che quella strada era troppo pericolosa per rimanere un solo momento in più in quelle condizioni, ed il suo amore per Ciriè l’ha spinto a scendere in strada in prima persona, evitando così che dei malcapitati si facessero male.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Senza dubbio un gesto civico importante e che dimostra quanti giovani sono disposti a sporcarsi le mani per il bene della propria città e soprattutto per le persone che ci abitano. Non dobbiamo però scordarci il vero problema di questa storia: un ragazzo di 22 anni è dovuto scendere in modo pericoloso in mezzo alla strada per chiudere una buca poiché troppo pericolosa. Anche se la segnalazione è stata fatta di domenica, dubito che quella buca fosse comparsa all'improvviso.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

12 aprile 2019 - 12:33:23

Date un Oscar a quest'uomo!! Eroe!! Comune di Torino, VERGOGNA!!!! Dovreste pagargli la manodopera, maledetti!!

0
Rispondi