Iscriviti
Torino

Torino, positivo al Covid viola la quarantena e va dalla fidanzata: aveva il Green Pass attivo

Si tratta di un ragazzo che ha violato la quarantena essendo comunque consapevole di essere positivo al Covid, contratto in forma lieve. Il giovane, originario di Milano, è stato rintracciato dalla Polizia. Si sta cercando di risolvere questo difetto nel pass.

Cronaca
Pubblicato il 10 dicembre 2021, alle ore 10:31

Mi piace
0
0
Torino, positivo al Covid viola la quarantena e va dalla fidanzata: aveva il Green Pass attivo

Quello che è avvenuto a Torino ha davvero dell’incredibile. Un giovane originario di Milano ha infatti violato la quarantena per andare a trovare la sua fidanzata nonostante fosse positivo al Covid-19. Sembrava tutto in regola, in quanto il ragazzo aveva regolarmente il Green Pass, che risultava attivo. Ai controlli non ha avuto problemi di sorta, anche perchè aveva contratto il Covid in forma lieve, per cui non aveva febbre o sintomi importanti. Il ragazzo aveva prenotato un hotel, e proprio da lì si è riusciti a scoprire che fosse positivo al Sars-CoV-2

Quando dalla struttura ricettiva si sono accorti che si trattava di una persona posta a quarantena per Covid-19 immediatamente è stato lanciato l’allarme. Il ragazzo è tato così fermato dalla Polizia di Stato che lo ha accompagnato in una struttura protetta. Il viaggio per poter andare a trovare la sua fidanzata gli è costato a dir poco caro, in quanto il ragazzo è stato denunciato. A quanto pare il sistema di tracciamento del Green Pass non ha funzionato. 

Problema in via di risoluzione

Non si sa se questa è la prima volta che accade una cosa del genere, e comunque pare si stia già lavorando a risolvere questo difetto tecnico che non è di poco conto. Se infatti una persona positiva al Covid-19 viola la quarantena accedendo alle attività mette in pericolo anche le altre persone, pur se queste sono dotate di Green Pass vaccinale.

Le generalità del ragazzo in questione non sono state rese note, questo per ovvi motivi di privacy. Si sa soltanto che aveva 28 anni. In gergo quando una applicazione, come quella del Green Pass ha un difetto, si dice che ha un “baco”. Molto probabilmente i contatti stretti del ragazzo adesso verranno sottoposti alle procedure di contact tracing

Nelle prossime ore si potranno sicuramente conoscere ulteriori dettagli su quanto avvenuto a Torino e su questo episodio che è davvero eclatante. Nel frattempo la situazione Covid-19 in Italia continua a rimanere sotto stretto controllo, mentre aumentano le vaccinazioni, soprattutto riguardo alla somministrazione delle terze dosi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questo ragazzo ha rischiato seriamente di infettare altre persone. Il Green Pass era infatti attivo nonostante fosse positivo al Covid-19. Adesso si sta cercando di porre rimedio al difetto tecnico che ha manifestato l'app. Una situazione davvero molto pericolosa che deve essere risolta al più presto, così facendo si fa in modo che gente positiva se ne vada a spasso liberamente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!