Iscriviti
Torino

Torino, figlia salva la madre dalle violenze chiudendo il padre in balcone e facendolo arrestare

Una figlia riesce a salvare la madre dall'aggressione e violenza del padre, chiudendolo in balcone e facendolo arrestare per tutte le malefatte che ha combinato ai loro danni in questi anni.

Cronaca
Pubblicato il 25 giugno 2021, alle ore 09:40

Mi piace
4
0
Torino, figlia salva la madre dalle violenze chiudendo il padre in balcone e facendolo arrestare

Le liti, le aggressioni in famiglia sono sempre di più e il periodo del lockdown ha portato molti ad approfittare di questa situazione. Sono moltissime le donne e, di conseguenza, i figli che subiscono e vivono situazioni aggressive in cui uno dei genitori subisce violenza. L’ultimo caso è avvenuto in provincia di Torino dove una mamma è stata salvata dal pronto intervento della figlia, stanca che la sua genitrice subisse abusi e violenze. Ecco la storia qui narrata. 

Il fatto qui narrato ha sede a Nichelino, in provincia di Torino, dove di fronte all’ennesimo atto di violenza e di aggressione ai danni di sua madre da parte del padre, la figlia di 18 anni, stanca di questa situazione, ha preso coraggio, decidendo di salvare la madre. In seguito a quanto racconta la figlia, l’uomo, in un momento di ira, ha scaraventato il piatto addosso alla moglie urlando contro di lei. 

La figlia, non riuscendo più a tollerare questa terribile situazione, ha deciso di prendere il coraggio a due mani. Ha liberato la madre dalle grinfie del padre, spingendolo in balcone e chiudendo la porta. A quel punto, ha contattato i Carabinieri per farlo arrestare. Non appena le forze dell’ordine sono giunte in casa, hanno trovato l’uomo seduto su una sedia in balcone che aveva tra le mani un martello con il quale avrebbe sfondato la porta finestra per entrare. 

Il gesto molto coraggioso computo da questa figlia di 18 anni ha permesso di salvare la madre, ma anche se stessa dall’ennesima aggressione. In seguito a questo fatto, l’uomo, il padre della ragazza, è stato portato in caserma e condannato per il reato di maltrattamenti e violenza domestica. Da lì, è stato poi trasferito in carcere. 

La moglie, la vittima di questa situazione, è stata medicata e ferita allo zigomo a seguito del lancio del piatto contro di lei. Il gesto della figlia ha messo fine ad anni di violenze e soprusi

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Le violenze in famiglia sono sempre difficili da tollerare, sia per chi le subisce, come la madre, in questo caso, ma anche per la figlia che ha dovuto vivere una situazione terribile. Spesso, è proprio nelle situazioni maggiormente disperate che si riesce a trovare il coraggio per dire basta e salvare la propria madre, proprio come ha fatto questa ragazza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!