Iscriviti
Torino

Torino, avvelenata e accoltellata dal suo ex: lotta tra la vita e la morte alle Molinette

Una giovane studentessa è stata accoltellata dall'ex fidanzato che è stato arrestato. L'uomo, pochi giorni fa, aveva provato ad ucciderla con una siringa di veleno.

Cronaca
Pubblicato il 25 febbraio 2021, alle ore 19:52

Mi piace
2
0
Torino, avvelenata e accoltellata dal suo ex: lotta tra la vita e la morte alle Molinette

Una storia terribile, quella che vede protagonista una bellissima ragazza 21enne, studentessa di Lingue all’Università di Torino, originaria dell’isola di Lesbo… una ragazza che, in queste ore, sta lottando tra la vita e la morte alle Molinette, dove è stata ricoverata in gravissime condizioni.

Si, perchè domenica è stata accoltellata in strada e lasciata riversa in una pozza di sangue dall’ex fidanzato 27enne, albanese.

Vari i tentativi di far fuori la ragazza, dettati dal fatto che il giovane non riusciva ad accettare che la ragazza avesse chiuso la loro storia, durata pochi mesi. Dai messaggi sulla posta privata di Instagram, con su scritto “Ti uccido”alla paura generata nella ragazza che, temendo ritorsioni sulla sua famiglia, non lo ha denunciato.

Il 16 febbraio la situazione si è ulteriormente aggravata:la ragazza lo ha incontrato in un appartamento nel quartiere torinese di San Salvario e lui le ha teso un agguato, cogliendola alle spalle con una siringa piena di veleno. Per fortuna lei è riuscita a scappare, promettendosi che lo avrebbe denunciato smaltita la paura. Ma non ce l’ha fatta e domenica pomeriggio, attorno alle 17, è accaduta una cosa atroce.

Durante un incontro in Largo Mancini, il 27enne, incurante dei passanti presenti, ha tirato fuori un coltello da cucina dai pantaloni e, dopo averla colpita con calci e pugni, l’ha trafitta profondamente all’addome, l’ha lasciata riversa in una pozza di sangue, si è lavato il sangue in una fontana e ha tentato la fuga.

Ovviamente la sua corsa è durata poco e l’aggressore è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile con l’accusa di tentato omicidio, mentre la ragazza, trasportata d’urgenza all’ospedale le Molinette, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico di 6 ore e versa ancora in gravissime condizioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Lenti

Katia Lenti - Georgia poteva essere l'ennesima vittima di femminicidio e mi auguro con tutto il cuore che possa riprendersi, che le sue gravissime condizioni migliorino. Occorre trovare la forza di denunciare il proprio aggressore!!! Tutta la mia vicinanza alla famiglia di questa bellissima ragazza, venuta in Italia per studiare, che nel nostro Paese stava trovando la morte per mano del suo ex.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!