Iscriviti
Torino

Torino, 58enne tenta il suicidio: salvata da un carabiniere e dall’amore del suo cane

Una donna di 58 anni chiama il 112 annunciando il suo imminente suicidio. Il Carabiniere che risponde fa leva sull'amore che prova verso il cane riuscendo così a salvarla.

Cronaca
Pubblicato il 11 novembre 2018, alle ore 12:44

Mi piace
2
0
Torino, 58enne tenta il suicidio: salvata da un carabiniere e dall’amore del suo cane

Una donna di 58 anni residente presso la Barriera di Milano, a Torino, ha chiamato il 112 per annunciare il suo imminente suicidio. Il Carabiniere che si è occupato del caso ha parlato con la donna per un’ora, riuscendo così non solo a scoprire con precisione dove si trovasse la sua abitazione per poter inviare i soccorsi, ma capendo anche l’amore che la 58enne provava per il suo cane. Proprio grazie a questo legame il militare è riuscito a convincere la donna a non togliersi la vita.

Colpita da una crisi di depressione, una donna torinese stava per lanciarsi dal quinto piano del palazzo dove abitava. Non appena la chiamata di soccorso è stata inoltrata ad uno dei militari in servizio quel giorno, è iniziata quella chiacchierata durata per quasi un’ora. La 58enne si è dimostrata fin da subito molto fragile, ma è stato il nominare il suo amico a quattro zampe che ha fatto capire al Carabiniere l’arma vincente per salvare la donna.

L’azione del carabiniere

La 58enne torinese ha spiegato che il cucciolo di pitbull che possedeva era più simile ad un figlio, ed era l’unico amico e amore che era sempre stato al suo fianco. Ascoltate queste parole il Carabiniere dall’altra parte della cornetta, con alle spalle anni di esperienza riguardo chiamate di questa tipologia, ha subito compreso che sarebbe stato il suo amico a quattro zampe a riuscire a farle cambiare idea riguardo quel folle gesto che era pronta a compiere.

Che cosa ne sarà del tuo cane se muore?“, gli ha detto il militare al telefono, facendo notare alla donna che di sicuro sarebbe stato portato in un canile, e nel peggiore dei casi avrebbe anche rischiato di venire soppresso. Nel sentire le tragiche sorti che aspettavano al suo amico se fosse morta, la donna ha così deciso di non gettarsi più nel vuoto.

Durante la chiamata il Carabiniere è riuscito a localizzare l’abitazione della signora, mandando così una pattuglia di supporto ed un’ambulanza che l’ha portata all’Ospedale San Giovanni Bosco per alcuni accertamenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Non dobbiamo mai considerate cosa di poco conto il legame che c'è tra padrone e l'animale che possiede. In molti, se non tutti, considerano l'animale pare ad un figlio e comunque parte della famiglia. Proprio loro possono aiutarci ad uscire da momenti brutti della nostra vita, e com'è successo a questa signora, anche a salvarci letteralmente la vita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!