Iscriviti
Torino

Torino, 40enne al bar senza mascherina picchia un vigile. La donna è stata arrestata

Una donna di 40 anni di Cuorgnè, Torino, si reca al bar senza mascherina, viene invitata dagli esercenti ad indossarla o ad uscire dal locale. La donna s'infuria ed aggredisce i commercianti, i clienti ed il vigile chiamato dai passanti che hanno assistito alla scena

Cronaca
Pubblicato il 29 maggio 2020, alle ore 17:15

Mi piace
12
8
Torino, 40enne al bar senza mascherina picchia un vigile. La donna è stata arrestata

A Cuorgnè, un paese nella provincia di Torino, una donna 40enne è stata arrestata dai carabinieri del posto al termine di una lite scoppiata all’interno di un bar in centro paese. La donna dovrà rispondere di lesioni ed oltraggio a pubblico ufficiale. 

Ieri, giovedì 28 maggio, intorno alle 18:30 la donna è entrata all’interno del Bar Arduino in pieno centro città. La donna era priva di mascherina, nonostante l’utilizzo sia obbligatorio per l’ingresso nei locali pubblici come previsto dal DPCM in seguito all’emergenza Coronavirus. Una volta entrata nel locale, i titolari del pubblico esercizio hanno chiesto alla donna di indossare il presidio di sicurezza: la 40enne ha dato subito in escandescenza iniziando ad insultare pesantemente i proprietari del locale e anche un paio di clienti.

Alcuni passanti hanno notato quanto stesse accadendo nel bar e, vista la scena, hanno deciso di fermare un agente della polizia locale. Il pubblico ufficiale, non appena è stato informato su quanto stesse accadendo, si è subito diretto al Bar. Appena entrato nel locale, la donna lo ha subito notato.

La 40enne, appena ha visto il vigile urbano nel locale, gli si è scagliata contro ed ha iniziato a colpirlo con calci e pugni. L’agente è riuscito a portare fuori da locale la donna violenta ed ha chiamato il 112. Poco dopo, sono intervenuti altri colleghi della polizia municipale ed anche le forze dell’ordine, visto che sono giunti sul luogo i carabinieri di Cuorgnè.

La donna è stata portata in caserma, arrestata e sottoposta alla misura del carcere domiciliare. La 40enne è già nota alle forze dell’ordine per atti analoghi. Lo scorso 9 aprile, in piena emergenza Covid-19, si era recata nel giardino pubblico di Piazza d’Armi con il suo cane e, una volta invitata ad abbandonare il luogo come previsto dalle ordinanze per la salute pubblica, aveva deciso di aggredire i vigili ed i carabinieri. In quell’occasione, la donna era stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Mi domando se questa donna sia fuori di testa, oppure malata. Posso capire ma non concordare che uno ritenga il coronavirus una normale influenza ma, nel momento in cui ci sono delle regole, bisogna rispettarle, indipendentemente dal fatto che si sia d'accordo o meno. Nel momento in cui ti invitano ad utilizzare la mascherina o ad abbandonare il locale, per me ci sono due scelte: o la indossi o esci. Non capisco come fai a decidere di aggredire le persone essendo oltretutto in torto. Questa donna era libera di decidere della sua vita, ma non può decidere per la vita e la salute altrui e né tantomeno alzare le mani.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!