Iscriviti

Texas: bimbo di 5 anni chiuso dai genitori in armadio, senza cibo

Orrore in Texas. Genitori chiudono il figlio di 5 anni e lo lasciano senza cibo. A salvargli la vita le urla dei fratelli. Arrestati i genitori e ricoverato il bambino in grave stato di malnutrizione.

Cronaca
Pubblicato il 2 aprile 2014, alle ore 10:39

Mi piace
0
0
Texas: bimbo di 5 anni chiuso dai genitori in armadio, senza cibo

Le pagine della cronaca degli ultimi tempi hanno visto completamente sovvertire le leggi della natura che vogliono che un padre ed una madre proteggano sempre i propri figli.

Sono tanti, infatti, i casi che continuamente affollano le pagine dei giornali con protagonisti piccoli bambini indifesi che vengono vessati, picchiati, venduti o addirittura uccisi dai propri genitori.

Un nuovo caso arriva dal Texas dove è stato scoperto che un bambino di appena 5 anni viveva rinchiuso dentro un armadio sotto le scale e lasciato senza cibo.
Il bambino è stato trovato grazie alle denunce dei vicini per disturbo della quiete condominiale nei confronti del genitore del piccolo. Quando gli agenti della polizia sono giunti sul posto si sono resi conto che quello che si stava verificando in quella casa andava ben oltre un semplice caso di rumori molesti.

texas-bambino-armadioLe urla sentite dai vicini erano quelli dei fratellini del piccolo che non sopportavano più di vederlo vivere in quelle condizioni e si erano ribellati ai genitori. Sono stati subito arrestati il padre del piccolo, Bradley Bleimeyer e la matrigna Tammi Bleimeyer di 33 anni e dovranno adesso rispondere di accuse pesantissime viste le pessime condizioni in cui versava il bambino quando è stato ritrovato, segno che non si trattava di un episodio occasionale ma di una situazione che andava avanti già da tempo.

Il bimbo è stato subito ricoverato in condizioni di gravissima malnutrizione dal momento che non si cibava da giorni ormai. Inoltre presentava un taglio di grandi dimensioni sulla schiena.  «Era gravemente malnutrito, con le ossa sporgenti. La sua pelle era venuta fuori sulla schiena. Una situazione orribile» ha raccontato Mark Herman, il primo agente recatosi sul posto che ha fatto la terribile scoperta.

Adesso finalmente i medici ed i paramedici dell’ospedale presso il quale è ricoverato si occuperanno di lui e rimetteranno a posto il suo corpo, ma di certo per il suo animo ferito non sarà facile dimenticare un episodio tanto grave e violento perpetuato proprio di chi avrebbe dovuto difenderlo e preservarlo da tutto e da tutti. Nel suo caso, invece, sono stati i fratellini ad avere un grande senso di protezione e, forse, a salvargli la vita. 

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!