Iscriviti

Terremoto nel catanese, il racconto dei sopravvissuti: “vivi per miracolo”

Le parole delle persone che hanno visto crollare le proprie abitazioni durante il terremoto di questa notte alle pendici dell’Etna. Crolli in diversi comuni, 28 le persone ferite

Cronaca
Pubblicato il 26 dicembre 2018, alle ore 12:50

Mi piace
11
0
Terremoto nel catanese, il racconto dei sopravvissuti: “vivi per miracolo”

Paura nella notte alle pendici dell’Etna, nella zona compresa tra i paesi di Acireale e Zafferana Etnea, quando una forte scossa di terremoto, di magnitudo 4.8 della scala Richter ha svegliato i residenti, che fortunatamente sono riusciti a mettersi in salvo. I primi bilanci parlano di 28 feriti e tanti crolli, ma per il momento non si segnalano vittime.

La scossa, avvenuta alle 3:19 e durata 5 secondi, ha danneggiato diverse abitazioni. Un ottantenne rimasto imprigionato nella propria casa, è stato salvato facendolo uscire da una finestra. Molte le persone che hanno visto i muri delle proprie case lesionarsi mentre cercavano una via di fuga, con i portoni di accesso che non si aprivano, per via del cedimento degli architravi.

Di fronte alle telecamere dei giornalisti, accorsi sui luoghi del terremoto, le prime testimonianze di chi si ritiene miracolato per essere riuscito a uscire vivo dalle proprie abitazioni. Una donna in lacrime ha raccontato al TG5 che, svegliati dal forte boato, si è ritrovata circondata da calcinacci, tanto che non era quasi possibile poggiare i piedi sul pavimento senza ferirsi.

Una troupe è anche entrata in una casa lesionata trovando muri danneggiati, mobili ribaltati e suppellettili rotte. Uno scenario che ha fatto ipotizzare una tragedia, ma che per la prontezza degli occupanti, per fortuna non ha provocato vittime. Alcuni sopravvissuti hanno raccontato di essersi salvati grazie ad un armadio che li ha protetti dalla caduta di pezzi del soffitto.

Diverse le immagini che stanno girando sui social dai luoghi del sisma. Su twitter è stata pubblicata una foto dall’Ospedale di Santa Marta e Santa Venera di Acireale, con il cedimento di parte del controsoffitto di un reparto. Tanti scatti che arrivano da Fleri, una frazione di Zafferana Etnea, uno dei centri più colpiti. L’utente Raffy1313 su twitter ha raccontato i danni del terremoto a Piano D’Api, frazione di Acireale, pubblicando una serie di scatti che ritraggono la propria casa e anche dei cedimenti sull’Autostrada Messina-Catania, nel tratto tra Giarre e Acireale, e con la sua tesimonianza diretta, ha polemizzato con le prime notizie di Rai e Sky: “Per #RaiNews24 e #skytg24 i danni sono lievi. Case praticamente rase al suolo ma i danni sono lievi. Mah!”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Il risveglio di questa mattina è stato funestato dalle immagini che i principali TG hanno trasmesso dalla zona dei paesi etnei, con diverse abitazioni crollate dopo la forte scossa di questa notte. Per fortuna non ci sono vittime, ma il disagio e la paura delle persone del posto è tangibile anche a distanza. Speriamo che la situazioni rientri quanto prima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!