Iscriviti

Tentato femminicidio a Livraga: grave una 81enne accoltellata dal marito

Un uomo di 82 anni ha accoltellato la moglie di 81, al culmine di una lite domestica a Livraga, in provincia di Lodi. La donna, operata d'urgenza, non è in pericolo di vita e per il marito è stato disposto l'allontanamento dalla casa in cui la coppia viveva.

Cronaca
Pubblicato il 20 settembre 2021, alle ore 11:56

Mi piace
0
0
Tentato femminicidio a Livraga: grave una 81enne accoltellata dal marito

Livraga, piccolo paese in provincia di Lodi. Questo è stato il teatro di un tentato femminicidio, consumatosi al culmine di una lite domestica avvenuta sabato mattina.

Un uomo di 82 anni ha accoltellato la moglie, di 81, colpendola al fianco. Ci è mancato davvero poco, questione di pochi centimetri, e ci saremmo trovati a parlare dell’ennesimo femmicidio.

Le condizioni dell’anziana accoltellata

Come riporta il quotidiano “Il Giorno” per salvare la vita all’anziana è stato decisivo l’intervento dei soccorritori, che hanno prestato le prime cure alla donna e l’hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Maggiore di Lodi, dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per arginare l’emorragia causata dal taglio.

Per fortuna il peggio è stato scongiurato. L’anziana non è in pericolo di vita e le sue condizioni non sarebbero gravi. Il marito, per via dell’età, non è stato arrestato ma gli inquirenti hanno disposto per lui l’allontanamento dall’abitazione in cui viveva assieme alla moglie.

La ricostruzione del femminicidio sfiorato

Sembrava una mattinata tranquilla e invece improvvisamente i toni si sono accesi fino alla tragedia, per fortuna solo sfiorata. L’uomo, preso da un raptus al culmine di un’accesa discussione per questioni irrilevanti, ha sferrato una profonda coltellata dritto al fianco della donna. Un colpo violento, che per fortuna non si è rilevato mortale per la vittima. L’anziana infatti non correrebbe pericolo di vita.

Decisivo il tempestivo interventi dei soccorsi.Una vicenda che lascia senza parole perché si sarebbe potuta trasformare in tragedia se il numero di fendenti fosse stato maggiore a quello scagliato dall’aggressore. Restano da monitorare le condizioni della donna che sabato sera era in prognosi riservata.

L’ultimo femminicidio in Lombardia lo scorso lunedì

Risale appena allo scorso lunedì l’ultimo femminicidio in Lombardia, esattamente ad Agnosine, in provincia di Brescia, dove il 52enne Paolo Vecchia ha ucciso l’ex moglie, la 46enne Giuseppina Di Luca, per poi costituirsi dai carabinieri ed essere arrestato. Durante i funerali, il prete ha detto: “Il suo sorriso deve continuare nel cuore delle due figlie che oggi,purtroppo, è segnato da tanta tenebra e morte”.

 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Un ennesimo femminicidio sfiorato...un'ennesima vittima che si sarebbe aggiunta alla lunga lista di donne che, quotidianamente, vengo uccise per mano di chi diceva di amarle. Una storia terribile, quella di questa anziana, che avrebbe potuto avere risvolti strazianti. Speriamo che la giustizia, anche in questo caso, indipendentemente dall'età dell'aggressore, faccia per bene il suo corso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!