Iscriviti
Milano

Teatro alla Scala in lutto: il tenore Giuseppe Bellanca è morto in un incidente a Milano

Un incidente in piazza Ovidio, a Milano, ha stroncato la vita a Giuseppe Bellanca, 48 anni, artista del Coro della Scala. Ancora non sono chiare le cause dell'incidente. Troppi incidenti a Milano!

Cronaca
Pubblicato il 5 luglio 2019, alle ore 16:44

Mi piace
7
0
Teatro alla Scala in lutto: il tenore Giuseppe Bellanca è morto in un incidente a Milano

Sono in corso di accertamento le cause che hanno provocato il grave incidente a Giuseppe Bellanca, 48 anni, deceduto sul colpo. Si trovava in piazza Ovidio, a Milano, in sella alla sua motocicletta finita contro un camion articolato.

L’incidente in cui ha perso la vita Giuseppe Bellanca, tenore del coro del teatro Alla Scala di Milano, è successo verso le 2 di questa notte, venerdì 5 luglio, in zona via Mecenate, all’altezza di via Marco Bruto.

Un incidente al giorno

L’ambulanza e l’automedica sono intervenute immediatamente, ma per Giuseppe Bellanca non è stato possibile fare nulla per strapparlo alla morte. Quando sono arrivati, Bellanca erà già in arresto cardiocircolatorio dal quale non si è più ripreso: lo schianto, inoltre, aveva provocato troppi traumi. In piazza Ovidio, luogo dell’incidente, sono intervenuti gli agenti della polizia locale per i consueti rilievi. Da quanto emerso, non ci sono stati altri feriti.

Secondo quanto riferisce milanotoday.it, l’incidente di questa notte non è un caso isolato. Soltanto il giorno prima, giovedì, una moto ha travolto una donna in viale Certosa. Portata in ospedale con arresto cardiaco, è morta poco dopo. Nell’ultima settimana è stato registrato almeno un incidente al giorno

Andando a ritroso nella settimana, mercoledì è morto Simone Colonna, originario di Vigevano: si trovava sulla Tangenziale Ovest in sella alla sua motocicletta. A Carugate, lunedì è morto Vincenzo Restivo, un giovane motociclista originario della Sicilia.

Nella notte tra sabato e domenica, all’ospedale San Carlo di Milano è morto, poche ore dopo il ricovero, un 21enne ciclista che al momento dell’incidente si trovava sulla strada provinciale Padana Superiore, tra Inzago e Bellinzago Lombardo, con il fratello 23enne: un’auto l’ha travolto. Nella notte tra venerdì e sabato due 26enni, Federico Vasile e Nicolò Moraschini, in moto sulla Tangenziale Nord, sono stati falciati e uccisi da un uomo ubriaco alla guida di un suv.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Esistono sicuramente delle cause attribuibili a ciascuno degli incidenti, ma non sono mai sufficienti per giustificare la morte di una persona. Quando ci si mette in strada è importante pensare a sé stessi, alla propria e altrui sicurezza, ma ciò ancora non basta, bisogna sperare che anche gli altri abbiano le stesse attenzioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!