Iscriviti
Roma

Stefano Puzzer, leader dei No Green pass, in piazza del Popolo a Roma: "Aspetto risposte da tutti i grandi"

L’ex sindacalista dei portuali di Trieste, Stefano Puzzer, è sbarcato in Piazza del Popolo a Roma. Non ha intenzione di andarsene. "Da oggi aspetterò qui e non mi muoverò da qui. Se qualcuno arriverà parleremo qui con educazione e semplicità".

Cronaca
Pubblicato il 2 novembre 2021, alle ore 15:27

Mi piace
0
0
Stefano Puzzer, leader dei No Green pass, in piazza del Popolo a Roma: "Aspetto risposte da tutti i grandi"

Da oggi aspetterò qui e non mi muoverò da qui. Se qualcuno arriverà parleremo qui con educazione e semplicità”, annuncia l’ex sindacalista Stefano Puzzer su Facebook.

Nel video si vedono le sedie vuote intitolate a Mario Draghi, al Papa, alla Russia, agli Usa e alla Comunità Europea. “Io spero che verranno visto che nessuno ci ha risposto”, dice il leader dei No Green pass.

La vicenda

Buongiorno a tutti. Come vedete sono in piazza del Popolo a Roma e adesso mi metterò su questo tavolino dove aspetterò che venga a parlarci qualcuno. Spero che vengano visto che nessuno ci ha risposto. Io sono qui, mi metterò su questa panchina e aspetto che arrivino“. A parlare è Stefano Puzzer, ex portavoce dei portuali di Trieste e animatore delle proteste no Green pass.

Puzzer si trova adesso a Roma, su una panchina, aspettando che “arrivino“. Ma a chi si riferisce? Davanti a lui, cinque sedie. Una con un cartello con scritto ‘Mario Draghi‘, una con scritto ‘Papa‘, poi ‘Russia‘, ‘Usa‘ e ‘Unione Europea‘. Su un tavolino, un cartello con scritto il suo nome: ‘Stefano Puzzer’.

Sembra però molto improbabile che Draghi, il Papa o le maggiori potenze mondiali arrivino a parlare con lui oggi o nei prossimi giorni.Stefano Puzzer aveva annunciato la protesta già nei giorni passati in seguito alle mancate risposte pervenute ai portuali di Trieste, di cui era portavoce. “Si diceva che avevo il vaccino falso, il covid, che ero stato arrestato. Tutte queste voci che girano su di me è perché martedì farò una cosa. Visto che il Governo non ci ha risposto è giusto prendere un’iniziativa, sempre legale, sempre pacifica. Martedì vedrete. Ho voglia di dimostrare a tutti che sono una persona normale, un lavoratore del porto, non ho mire politiche“.

Stefano Puzzer è uno dei volti più noti della protesta dei portuali di Trieste, che prima hanno manifestato per chiedere tamponi gratuiti per i lavoratori senza vaccino, e poi hanno alzato la posta chiedendo l’abolizione totale del green pass. “Altrimenti – aveva dichiarato Puzzer – io non torno a lavorare“. Stefano Puzzer si era dimesso come portavoce dei portuali dopo che aveva detto di interrompere le proteste in vista dell’incontro con le autorità a Roma per il 30 ottobre. Dopo esser stato aspramente criticato, ha rassegnato le proprie dimissioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una cosa importante e che fa riflettere è come mai chi si è vaccinato abbia dovuto firmare liberatorie su ciò che si è fatto iniettare, che sgravano lo Stato da ogni responsabilità: ma in pandemia dovrebbe essere lo Stato a prendersi la responsabilità per i suoi cittadini e non lasciarli soli a scegliere. Credo che i "grandi vertici" a cui illude Puzzer, non siedano mai su quelle sedie ma, spero comunque che diano una risposta, seppur virtuale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!