Iscriviti
Bari

Sindaco di Bari pubblica foto di Londra senza lockdown e chiede scusa ai cittadini

Antonio Decaro ha scritto un lungo post sulla sua pagina Facebook, nel quale afferma che la libertà ci spetta di diritto e che dobbiamo riprendercela. "Abbiamo commesso errori. Vi chiedo scusa" - queste sono le parole del primo cittadino.

Cronaca
Pubblicato il 17 aprile 2021, alle ore 19:57

Mi piace
1
0
Sindaco di Bari pubblica foto di Londra senza lockdown e chiede scusa ai cittadini

Stanno facendo il giro della Rete le parole del sindaco di Bari, Antonio Decaro, che nella giornata del 16 aprile ha pubblicato un toccante messaggio su Facebook, postando la foto di Londra ormai quasi libera dalle restrizioni anti Covid e dal lockdown che l’ha attanaglita per 3 lunghi mesi nell’ultimo periodo. “Questa foto non è di due anni fa. È del 12 aprile del 2021. E io non riesco a crederci. Centinaia di persone per strada, sedute ai tavolini, quasi tutte senza mascherina.Sembrano scene da un’altra vita. Invece è semplicemente Londra. Dove qualche giorno fa le autorità scientifiche hanno dichiarato raggiunta l’immunità di gregge” – così comincia il post del sindaco di Bari. 

Il primo cittadino ha affermato che quasi sicuramente nella gestione dell’emergenza sanitaria sono stati commessi diversi errori, e per questo ha chiesto scusa ai baresi, ma anche ai tanti pugliesi che in questo periodo stanno vivendo le massime restrizioni anti Covid. Decaro ha affermato che è nostro dovere e diritto riprenderci la liberà che in questi mesi non abbiamo potuto assaporare. “Mentre guardo questa foto mi scorrono veloci davanti agli occhi le immagini delle nostre strade vuote, della disperazione dei manifestanti in piazza in questi giorni, delle mie figlie chiuse nelle proprie stanze costrette a cercare i loro amici negli schermi di un cellulare o di un pc” – così commenta amaramente il sindaco. 

Decaro: “L’unica cosa che posso è prendermela con me stesso”

Vanno dritte al cuore le parole del sindaco di Bari, che prova a prendersi anche un po’ di colpa per quello che sta succendo in Puglia e nel nostro Paese. “Mi sento triste, impotente, vorrei spaccare qualcosa, prendermela con qualcuno.E invece l’unica cosa che posso fare, io che rappresento un’istituzione, è prendermela con me stesso. E chiedere scusa a tutti voi, miei concittadini” – così continua il lunghissimo post che ha già avuto oltre 26.000 reaction e oltre 5.000 condivisioni. 

Un post diventato virale che ci fa capire come neanche gli amministratori delle nostre città riescano più a sopportare la situazione di emergenza che si è venuta a creare con il Covid-19. Ma è loro dovere appunto proteggere la salute di tutti noi, con chiusure e limitazioni che stanno danneggiando inserabilmente le attività e l’economia. “Quello che posso dirvi è che, con tutti i miei limiti, io ce l’ho messa tutta, ogni giorno, da tredici mesi a questa parte, per provare a fare il possibile per contrastare questa maledetta sciagura” – così continua commosso il sindaco nel suo post.

La Puglia rimane ancora in zona rossa almeno fino al 25 aprile prossimo, in quanto i contagi non accennano a diminuire, e le terapie intensive Covid sono occupate al 48%. Intanto nella regione procede la campagna vaccinale così come nel resto d’Italia. Ma se i numeri nella regione rimarranno questi anche nei prossimi giorni sarà difficile che i pugliesi possano godere delle riaperture previste dal Governo per il 26 aprile prossimo. La situazione è molto delicata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Sono parole molto toccanti quelle del sindaco di Bari, Antonio Decaro, che è anche presidente Anci. L'uomo si è dimostrato molto dispiaciuto e ha fatto capire di come anche lui stia soffrendo per questa situazione che non accenna a migliorare, specie in Puglia, dove si contano quasi 2.000 contagi ogni giorni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!