Iscriviti

Simone muore cadendo in un burrone, l’amico cerca di salvarlo. Multa di 400 euro: "Violato il dpcm"

Quella che doveva essere una tranquilla giornata di sport si è trasformata in una vera tragedia per Simone, morto cadendo in un burrone. L'amico che ha cercato di salvarlo è stato multato: ecco i fatti.

Cronaca
Pubblicato il 16 novembre 2020, alle ore 17:33

Mi piace
0
0
Simone muore cadendo in un burrone, l’amico cerca di salvarlo. Multa di 400 euro: "Violato il dpcm"

La tragedia è avvenuta a Sondrio, per la precisione sui monti di Spriana, dove due amici avevano deciso di fare la loro solita corsa in tutta tranquillità. Le cose però sabato scorso, 14 novembre, non sono andate come avrebbero dovuto e per Simone Massetti di 36 anni non c’è stato nulla da fare.

Il runner purtroppo è precipitato in un dirupo e ha perso la vita. A nulla sono serviti i tanti anni di esperienza alle spalle, fatti di molte gare e importanti traguardi. Quel giorno ad aspettarlo su quel percorso c’era uno spietato destino che ha messo la parola fine alla sua breve vita. Ad assistere alla tragedia l’amico che ha cercato in tutti i modi di evitare la caduta e aiutarlo.

L’amico precipita nel dirupo e muore. A lui una multa di 400 euro

Non appena resosi conto della gravità della situazione, il ragazzo ha allertato immediatamente il Sagf della Guardia di Finanza di Sondrio e il Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna che prontamente di sono recati sul posto, ma la tragedia si era già consumata e i soccoritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Simone.

Già così la storia appare tragica e disperata, ma un particolare ha reso tutto grottesco e assurdo. Oltre all’infinito dolore per la grande perdita e per non aver potuto in qualche modo evitarla, l’amico ha dovuto fare i conti anche con la giustizia. I due ragazzi, infatti, si trovavano al di fuori del loro comune di residenza e per questo è scattata anche la multa prevista dal dpcm vigente.

Infatti, nell’ultimo decreto ministeriale, nelle zone rosse, è prevista un’ammenda di 400 euro per chiunque varchi i confini del proprio comune senza un valido motivo inerente alla salute o a questioni lavorative. Le necessità non comprendono l’attività sportiva e quindi all’amico di Simone è stata fatta una multa proprio di 400 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Non oso nemmeno immaginare cosa si possa provare a non poter salvare la vita di un amico che muore sotto i nostri occhi. Un'esperienza che segnerà per sempre la vita. Sicuramente poco importerà per la multa, anche se rimane comunque l'amarezza per un gesto davvero opportuno viste e considerate le circostanze.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!