Iscriviti

Siena, educatrice in manette: tappava il naso ai bambini per farli mangiare

Arrestata educatrice di un asilo nido domiciliare per maltrattamenti su bambini. Le indagini iniziate nel gennaio scorso si sono concluse in questi giorni.

Cronaca
Pubblicato il 18 febbraio 2019, alle ore 11:26

Mi piace
1
0
Siena, educatrice in manette: tappava il naso ai bambini per farli mangiare

La denuncia è arrivata nel gennaio scorso, quando alcune mamme si sono recate dai carabinieri esprimendo le loro preoccupazioni riguardo l’educatrice dell’asilo domiciliare in cui portavano i loro figli. L’asilo è ancora in fase di accertamento per comprenderne le regolarità, ma l’educatrice di 52 anni, residente a Siena, è già in manette per maltrattamento.

Secondo quanto è stato dichiarato dal nucleo investigativo che si è occupato del caso, è stata essenziale la testimonianza di una ex collaboratrice della donna che ha raccontato i comportamenti poco professionali e violenti della donna. Le mamme, che hanno denunciato l’educatrice alle forze dell’ordine, avevano notato dei comportamenti preoccupanti sui loro figli, tra i quali anche i disturbi del sonno.

Violenta con i bambini dell’asilo

La donna di 52 anni, arrestata in flagranza di reato, teneva bambini tra i sei mesi ed i tre anni presso il proprio domicilio, con un asilo privato la cui regolarità è ancora in fase di accertamento. Alcune mamme dei piccoli presenti in questo asilo nido domiciliare avevano notato comportamenti strani da parte dei propri figli, e si sono così spaventate tanto da far presente la situazione ai carabinieri.

Dopo che hanno ricevuto una testimonianza da parte di una ex collaboratrice della 52enne, i militari hanno così proceduto ad installare delle telecamere nascoste presso il luogo incriminato, scoprendo così le violenze subite dai bambini in questione. La donna strattonava i piccoli, spesso li insultava e li picchiava, lasciando su di loro – in alcuni casi – dei lividi. Per far sì che i bambini mangiassero, inoltre, chiudeva loro il naso per obbligarli ad aprire la bocca. 

I carabinieri sono intervenuti facendo scattare le manette ai polsi della donna, dopo aver visto l’ennesimo caso di maltrattamento. La 52enne, per mettere in castigo una bambina, ha legato la piccola in un passeggino e l’ha chiusa fuori in terrazzo. Quando i militari hanno ispezionato la casa, hanno trovato una fascia elastica artigianale utilizzata dalla donna per immobilizzare i bambini. L’educatrice si trova ora agli arresti domiciliari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Quando leggo queste notizie continuo a chiedermi perchè queste persone scelgono di fare questo lavoro. Se non ami i bambini e non hai pazienza, perché intraprendere questo percorso lavorativo? Perché? Continuo a non trovare una risposta. Spero che queste persone paghino fino all'ultimo giorno per tutto il dolore inflitto a queste povere creature e ai familiari che si sono visti impotenti davanti ai maltrattamenti subiti dai figli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!