Iscriviti

La Sicilia è la regione del Sud con più morti da amianto

I morti sarebbero tre ogni centomila abitanti. A dare l'allarme è Mario Spatafora, primario della clinica di Pneumologia dell'Università di Palermo, che riferisce come si contano dieci casi all'anno per esposizione ad amianto

Cronaca
Pubblicato il 29 settembre 2014, alle ore 14:43

Mi piace
0
0
La Sicilia è la regione del Sud con più morti da amianto

A registrare il più alto caso di tumori causati dall’amianto tra le regioni del Meridione è la Sicilia, in cui si è rilevata la presenza di tre persone malate ogni centomila abitanti. I casi registrati sono stati quasi tutti caratterizzati da neoplasie mortali, che non davano speranze di guarigione. A dirlo è  Mario Spatafora, Primario della clinica di Pneumologia dell’Università di Palermo, che ha delineato questo quadro funesto ma purtroppo che corrisponde alla realtà. Il primario, in un’intervista fatta ai microfonoi di “rgs”, afferma: “Solo nel capoluogo contiamo quasi dieci casi di tumore all’anno per esposizione ad amianto”.

L’amianto è un materiale che diventa ancora più pericoloso quando è sotto forma di polvere, e come lo stesso Spatafora ha affermato:”L’Isola è la prima regione del Meridione per incidenza. In Italia, invece, le più colpite sono la Liguria e il Piemonte”. Anche alcuni centri urbani locali, secondo Spatafora, hanno sviluppato un alto rischio di amianto, come “la provincia di Augusta e Biancavilla Etnea”, che il primario non esita a ritenere zone ad alto rischio.

In effetti, in queste zone sono stati riscontrati tassi di mortalità alti dovuti a tumori alle vie respiratorie, attribuibili ad esposizioni ambientali legate ai vari impianti industriali che vi sono nella zona. Per quanto riguarda l’area di Biancavilla è stata confermata l’ipotesi che l’azione cancerogena sia dovuta alle fibre di fluoro-edenite, cause non ancora accertate ma che sono in fase di sviluppo con relativi aggiornamenti. I dati per la Sicilia sono davvero allarmanti, e sarebbe opportuno provvedere ad eseguire una sorveglianza epidemiologica costante, basata sui dati forniti dalle relazioni in merito.

Il professore Spatafora, seriamente preoccupato di ciò che è emerso dai dati, ha ricordato che solo a Biancavilla è stato riscontrato nel ’97 un’altissima incidenza di tumori alla pleura. A dare una speranza di bonifica potrebbe essere la Green Economy, da cui si potrebbe trarre un netto miglioramento della situazione. Ad occuparsene al momento è la Spes Engineering, azienda leader in Sicilia per quanto riguarda le energie rinnovabili, che opera per la maggior parte nel fotovoltaico. L’azienda lavora da anni, a fianco delle Amministrazioni Pubbliche, di privati e industrie con lo scopo di dare vita a nuove città eco-sostenibili, e per questo ritiene importante la bonifica dell’amianto.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!