Iscriviti

Sicilia, "ciclone Mediterraneo" si abbatte sul trapanese e agrigentino: disagi e numerosi danni

L'intensa perturbazione sta provocando da ieri fortissime piogge soprattutto sul trapanese, che risulta tra le provincie più colpite dalla nuova ondata di maltempo. A Mazara del Vallo tre anziani sono stati tratti in salvo, a Ribera voragine in strada.

Cronaca
Pubblicato il 11 novembre 2021, alle ore 13:25

Mi piace
0
0
Sicilia, "ciclone Mediterraneo" si abbatte sul trapanese e agrigentino: disagi e numerosi danni

Non si placa l’ondata di maltempo che sta devastando la Sicilia ormai da giorni. Da ieri fortissime piogge si stanno abbattendo sulla parte occidentale dell’isola, dove sono numerosi i disagi, con frane, allagamenti e smottamenti, le quali situazioni si stanno verificando un pò in tutta la regione. Tra le zone più colpite troviamo Mazara del Vallo, dove l’acqua in alcuni punti ha raggiunto il metro di altezza. Per questo tre anziani sono stati messi in salvo dai Vigili del Fuoco. 

Il nucleo Saf dei Vigili del Fuoco lavora ormai senza sosta. In queste ore sono stati già effettuati una cinquantina di interventi, e altri ancora sono in corso mentre andiamo online. Per il momento no nsi registra nessuna vittima, anche se ingenti sarebbero i danni materiali provocati fino ad ora dal maltempo. A Sciacca l’acqua, che ha creato per le strade un fiume di fango, ha travolto diverse vetture, allagando interi tratti stradali. Alcune abitazioni di via Lido sono state evacuate. A Ribera (Agrigento) una voragine larga un metro e profonda 50 centimetri ha inghiottito due auto che erano parcheggiate. 

Maltempo nelle aree occidentali

Nel trapanese in queste ore le forti piogge sono cessate, lasciando dietro di se una lunga scia di disastri. In 24 ore sono caduti fino a 240 mm di pioggia. Secondo 3bMeteo la parte più attiva della perturbazione sta attraversando in queste ore proprio la provincia di Agrigento. Il Prefetto ha ordinato ai cittadini di non muoversi da casa. 

Danni si sono registrati anche a Sambuca di Sicilia, Favara e Campobello di Mazara, dove le forti raffiche di vento hanno scoperchiato alcuni tetti di diverse abitazioni. Sono seri anche i danni che il maltempo continuo sta provocando all’agricoltura, con interi raccolti che ormai sono da buttare. 

Interi oliveti sono praticamente sommersi dall’acqua. Si pensi ad esempio che l’azienda Geolive di Castelvetrano, una grossa struttura che si occupa di olive da pasto, con uno stabilimento esteso per circa 100 mila mq, è stata sommersa dall’acqua. Le autorità seguiranno l’evolversi della situazione. 

 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quello che sta succedendo in Sicilia è un fenomeno che sta provocando tantissimi danni. Interi raccolti sono ormai da buttare e i danni, anche materiali, ammontano a migliaia, se non a milioni di euro. In queste settimane la regione è stata colpita prima da un vero e proprio "uragano Mediterraneo" e poi adesso da quest'altro vortice ciclonico che non accenna a mollare la prese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!