Iscriviti
Milano

Segrate: tutto pronto per il disinnesco di un ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Domenica 28 novembre, gli artificieri del Decimo Reggimento Genio Guastatori di Cremona, disinnescheranno un ordigno bellico ritrovato nell'area della Rivoltana, in un cantiere.

Cronaca
Pubblicato il 23 novembre 2021, alle ore 11:48

Mi piace
0
0
Segrate: tutto pronto per il disinnesco di un ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Un altro bomba day è previsto domenica 28 novembre a Segrate. La cittadina del Milanese si fermerà, ancora una volta, per permettere agli operatori il disinnesco di un ordigno ritrovato a inizio novembre. 

Si tratta di una bomba d’aereo di fabbricazione inglese, del peso di 500 libbre, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, sganciata dagli Alleati sull’area ferroviaria di Segrate, che verrà disinnescata con l’intervento degli artificieri del Decimo Reggimento Genio Guastatori di Cremona, specialisti in bonifiche di ordigni bellici. 

Il ritrovamento dell’ordigno bellico e il piano di evacuazione

L’ordigno è stato ritrovato a inizio novembre nell’area della Rivoltana, nel cantiere dove è in corso la realizzazione del nuovo terminal intermodale Milano Smistamento. Dopo i disinneschi avvenuti ad aprile e, da ultimo, ad ottobre, il prossimo è atteso per questa domenica. Il Comune di Segrate e la Prefettura hanno messo a punto un piano che permette la maxi evacuazione e la chiusura delle strade per permettere agli artificieri di intervenire sull’ordigno. 

Dalle 7:00 di domenica mattina 28 novembre saranno “liberati” i condomini ai civici 32, 34, 36,44, 46,48,50,52,54,56,58,60,62 A e parte del 64 di via Rivoltana per un totale di 100 persone evacuate. Prima di lasciare libere le abitazioni, si dovrà chiudere le valvole del gas e il rubinetto principale dell’acqua, lasciare le finestre aperte con le tapparelle abbassate o le persiane chiuse. 

Saranno sospese tutte le attività commerciali nella zona all’interno del raggio di sicurezza che comprende parte di Pregarezzo e via Rivoltana. Dalle ore 8:00 la zona interessata dalle operazioni di disinnesco verrà chiusa al traffico veicolare e pendolare e saranno posti blocchi agli accessi stradali, pendolari e ciclabili. 

L’allestimento di un’area accoglienza

Nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, è stata allestita, presso il plesso scolastico di Novegro, un’area accoglienza in cui potranno raccogliersi i cittadini evacuati, con un servizio di trasporto gratuito in caso di necessità e su prenotazione. Ad ottobre, in un cantiere di Segrate, allo Scalo Merci Milano-Smistamento, vicino l’area FS Terminal Italia di via Rivoltana 50A. sono stati rinvenuti 2 ordigni bellici inesplosi.

Si trattava di 2 bombe da aereo da 500 libbre, residuati bellici della Seconda Guerra Mondiale: una americana di 231,5 kg e una carica di 154 kg di esplosivo Tnt, e una inglese di 227 kg e una carica di 137,6 kg di Tnt. Per eseguire le operazioni in totale sicurezza, sono state evacuate 969 persone in 425 nuclei familiari. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Continuano ad affiorare ordigni bellici a Segrate e cresce l'attesa per l'ennesimo bomba day, previsto per il 28 novembre. Il ringraziamento va, ancora una volta, a chi compie le operazioni di disinnesco degli ordigni in totale sicurezza. In questo caso. il mio grazie va agli artificieri del Decimo Reggimento Genio Guastatori di Cremona, specializzati in bonifiche di ordigni bellici.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!