Iscriviti

Scosse di terremoto in tutta Italia: l’ultima nella notte a Perugia, di magnitudo 3

Da Nord a Sud continue scosse di terremoto fanno tremare l'Italia. Le più significative a Messina (magnitudo 3.5), in Piemonte (magnitudo 3.1), e l'ultima (di magnitudo 3.0) questa notte, in Umbria.

Cronaca
Pubblicato il 6 giugno 2019, alle ore 08:28

Mi piace
10
0
Scosse di terremoto in tutta Italia: l’ultima nella notte a Perugia, di magnitudo 3

Era passata da pochi minuti la mezzanotte quando una scossa di terremoto ha fatto tremare l’Umbria. La scossa, di magnitudo 3.0, è stata registrata a nord della provincia di Perugia alle ore 00:29 del 6 giugno 2019.

I rilevamenti, resi noti dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), segnalano che il sisma ha avuto l’ipocentro a 9 km di profondità e l’epicentro a 14 km ad est di Umbertide (PG).  

L’Italia continua a tremare

Continue scosse di terremoto fanno sussultare l’Italia da nord a sud. L’elenco dei terremoti reso disponibile e aggiornato, minuto per minuto, dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, mostra una lunga lista di piccole scosse che si susseguono senza interruzioni. Dall’elenco si possono notare i terremoti più significativi, evidenziati a partire da un valore di magnitudo vicino al 3.0.

In provincia di Messina, tra le 22:23 e le 22:37 del 5 giugno, ci sono state tre scosse di terremoto a profondità diverse: la più significativa, di magnitudo 3.5, è stata rilevata a 5 km di profondità, e ha avuto l’epicentro a 2 km a est di Capizzi (ME).

Nel tardo pomeriggio di ieri, erano le 19:35, una scossa di magnitudo 3.1 è stata avvertita in Piemonte. Segnalata dall’Invg di Roma a 16 km di profondità, ha avuto l’epicentro a 2 km a ovest di Masello (TO).

Non era passata inosservata nemmeno la scossa di qualche giorno fa, il 1° giugno, avvertita a 3 km a sud est di San Pietro di Caridà, in Provincia di Reggio Calabria, con magnitudo 3.4 a una profondità di 10 km.

La scala Richter classifica gli eventi sismici di magnitudo 3.0 come terremoti molto leggeri e, proprio come sta succedendo nei casi di questi giorni, sono terremoti quasi sempre avvertiti che – di solito – non causano danni né a cose né a persone, a parte tanto spavento e agitazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Gli studi e le macchine possono informarci di cosa sta succedendo quando la terra trema. Possono dirci anche se la terra i tremando sempre di più, dove e perché... avvertendo del pericolo. La politica, e l'amore per i cittadini, dovrebbe fare il resto, prendendo delle decisioni sui luoghi e le modalità per costruire le abitazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!