Iscriviti

Savona: uomo irrompe in uno stabilimento balneare, uccide l’ex moglie e ferisce altre due donne

Cantavano al ristorante sulla spiaggia, quando un uomo è entrato armato e, rivoltosi alla ex moglie, ha sparato chiedendole: "Ti ricordi di me?". Ferita gravemente un'altra donna e colpita di striscio anche una ragazza. L'uomo poi è fuggito.

Cronaca
Pubblicato il 14 luglio 2019, alle ore 13:54

Mi piace
6
0
Savona: uomo irrompe in uno stabilimento balneare, uccide l’ex moglie e ferisce altre due donne

Una donna è stata uccisa dall’ex marito mentre si trovava al ristorante del bagno ‘aQuario‘ a Savona, animatrice di una spensierata serata di karaoke. Con la donna c’erano tante altre persone: due sono state ferire, una in modo grave, un’altra in modo più lieve.

L’uomo sarebbe entrato dal lato della spiaggia, quindi avrebbe cominciato a sparare tra la gente. Prima di volgere la pistola verso l’ex moglie, pare che l’uomo abbia gridato qualcosa alla donna. Sul posto sono subito giunti i carabinieri e le ambulanze. Intanto l’uomo, armato di pistola, è fuggito.

I fatti

Ad animare la serata al bagno ‘aQuario’ di Savona, con il sottofondo guida del karaoke, era proprio Deborah Ballesio, 40 anni, vittima dell’ex marito, un ex carabiniere di 48 anni. I colpi d’arma avrebbero colpito anche altre due persone: una donna di 62 anni che è stata trasportata all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per una ferita alla gamba, e una ragazza che è stata portata all’ospedale san Paolo di Savona per curare una ferita lieve. 

Alcuni dei presenti avrebbero riferito che l’uomo, prima di sparare, avrebbe chiesto alla ex moglie “ti ricordi di me?“e, poi, avrebbe scaricato almeno cinque colpi di pistola sulla donna che stava allietando la serata in riva al mare. 

Il passato racconta di seri problemi tra i due. Ad agosto 2015 il locale di lap dance ‘Follia’, che la moglie gestiva ad Altare in provincia di Savona, andò in fiamme: la cronaca racconta che ad appiccicare il fuoco era stato l’uomo, il quale agì per “una questione di soldi e non di gelosia come ipotizzato in un primo momento“, come si legge in un vecchio articolo on line su lastampa.it. Quell’episodio sembrava essere l’ultimo di una serie di liti tra i due e di molestie sulla donna che all’ex carabiniere “erano costati un patteggiamento a tre anni e due mesi per danneggiamenti e stalking e il divieto di avvicinarsi alla donna“, scrive repubblica.it.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Questi episodi lasciano l’amaro in bocca, per via dell’amarezza e dello sconforto. Poi nascono delle domande: "come poteva quest'uomo, con un passato di 'fuoco', liti e molestie, tenere ancora una pistola?", e la domanda più profonda è "Come si può arrivare a uccidere la persona che si ama?". Siamo uomini, e capita che il groviglio di pensieri che ci abita non trovi più una via d'uscita. Ecco: dovremmo aiutarci a trovarla prima che accadano questi fatti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!