Iscriviti

Savona, si getta nelle acque mosse per salvare dei ragazzi: Davide non ce l’ha fatta

Due ragazzini si sono tuffati nelle acque mosse di Ceriale non riuscendo più a raggiungere riva. Un 34enne originario di Villanova Monferrato prova a portarli in salvo ma qualcosa va storto.

Cronaca
Pubblicato il 31 agosto 2020, alle ore 16:15

Mi piace
2
0
Savona, si getta nelle acque mosse per salvare dei ragazzi: Davide non ce l’ha fatta

Una tragedia avvenuta poco dopo le 11:30 della giornata di ieri, domenica 30 agosto. Ci troviamo nella provincia di Savona, a Ceriale, dove all’altezza dei Bagni San Sebastiano alcune persone si sono tuffate in acqua nonostante le correnti molto agitate e segnalate dalla bandiera rossa posta dai bagnini. Tra queste persone erano presenti anche dei ragazzini che hanno iniziato ad avere difficoltà a raggiungere la riva, portando il 34enne Davide Aloia a tuffarsi nelle stesse acque mosse per trarli in salvo, ma qualcosa è andato storto.

Il brutto tempo che si è abbattuto nel nostro Paese negli ultimi giorni, ha reso i mari molto agitati, ma nonostante la bandiera rossa issata in una spiaggia libera nella zona limitrofa a dove si trovava il 34enne, alcuni ragazzi hanno scelto comunque di fare il bagno. Il ragazzo ha subito notato la loro difficoltà nel raggiungere nuovamente riva e non solo, ma anche la loro spaventosa e pericolosa vicinanza agli scogli, per questo non ha aspettato un solo secondo in più e si è tuffato in mare per portarli in salvo, ma una volta in acqua non è riuscito più a risalire in superficie.

Alcune persone che hanno assistito alla scena, hanno subito avvertito i bagnini della zona che si sono precipitati a portare in salvo i ragazzi ed il 34enne, ma Davide aveva perso i sensi ancora prima di essere portato a riva. Al giovane è stata praticata la rianimazione in attesa dell’arrivo del 118, che una volta giunto sul posto ha continuato a rianimarlo per circa 20 minuti, per poi constatarne il decesso.

Davide, l’eroe

Non è ancora stato deciso se verrà effettuata l’autopsia sul corpo del 34enne. Stando alle prime informazioni infatti, la causa del decesso è quella di annegamento, ma starà ora al pm della Procura savonese decidere se proseguire con ulteriori indagini.

Nelle ultime ore i social si sono riempiti di messaggi per Davide, considerato da molti un eroe per quel gesto estremo fatto per salvare la vita di sconosciuti. Oltre a Ceriale in provincia di Savona, dove il 34enne viveva nell’ultimo periodo, anche Villanova Monferrato, in provincia di Alessandria, paese d’origine di Davide, piange la perdita del giovane.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Un ragazzo che ha perso la vita mentre provava a salvare il prossimo. Anche se non è riuscito a portare a riva i ragazzi in questione, ha dimostrato il cuore immenso che aveva. A lui, alla sua famiglia, ai suoi amici e a tutti coloro che stanno soffrendo per questa perdita, va il nostro più sincero affetto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!