Iscriviti

Savona, anziano spara alla badante e si suicida

Salvatore Sorrentino, 78enne titolare di un’oreficeria di Albenga, questa mattina ha sparato due colpi di pistola alla sua badante: la donna è riuscita a sopravvivere mentre l’anziano si è suicidato poco dopo.

Cronaca
Pubblicato il 18 settembre 2019, alle ore 17:55

Mi piace
4
0
Savona, anziano spara alla badante e si suicida

Ad Albenga, comune della provincia di Savona, un 78enne era accudito da una badante assunta dai suoi parenti, anche a causa di un ictus che lo aveva costretto alle cure: questa mattina, verso le ore 9.00, avrebbe deciso di spararle due colpi di pistola, per poi suicidarsi.

L’anziano, Salvatore Sorrentino, sembra fosse affetto da una sindrome di tipo persecutorio: era convinto che la donna che lo assisteva, anche fornendogli le medicine di cui necessitava, in realtà stesse tentando di avvelenarlo. Per questo, ha tentato di ucciderla mentre si trovava in cucina, all’interno della propria abitazione di via XXV Aprile, utilizzando un delle due armi che aveva regolarmente denunciato, essendo titolare di un’oreficeria nello stesso comune ligure, in via dei Mille.

La 46enne, di origine russa, è riuscita a sopravvivere: uno dei due proiettili che l’hanno raggiunta, infatti, le ha ferito una mano, mentre il secondo le ha colpito il torace, arrestandosi grazie al ferretto del bustino, indossato per problemi alla schiena. Elena sarebbe quindi scappata dal terrazzo presente al primo piano, separato da quello della vicina di casa da un’inferriata ed un’ampia fioriera: si sarebbe dunque arrampicata per raggiungere la casa della vicina, implorando aiuto.

La condomina ha raccontato di aver sentito, poco dopo essersi svegliata, degli spari, urla e delle grida d’aiuto: la signora Elena, in stato di agitazione, ferita e spaventata, le avrebbe poi raccontato di essersi svegliata normalmente e di aver proposto al signor Salvatore di andare al mercato assieme, ma il suo umore sarebbe repentinamente cambiato, accusandola con toni duri, per poi impugnare l’arma e spararle.

Inizialmente, i soccorritori e gli investigatori giunti sul posto avevano ipotizzato una colluttazione, derivante da una lite, in seguito ad un probabile tentato suicidio dell’uomo, ma le successive indagini hanno appurato la differente dinamica dei fatti: l’uomo è morto sul posto, mentre la donna è stata trasportata in codice giallo all’ospedale Santa Corona.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Lara Tubia

Lara Tubia - Non so cosa possa passare per la mente ad un uomo nel momento in cui non solo decide di porre fine alla propria vita, ma anche a quella altrui: fortunatamente, la donna è riuscita a salvarsi ma sicuramente il forte trauma che ha dovuto subire le avrà lasciato una profonda ferita dentro di sé, da cui mi auguro possa riprendersi al più presto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!