Iscriviti

Sassari, la considerano morta ma è ancora viva: funerale annullato

I medici avevano comunicato ai parenti dell'anziana ottantenne colpita da ictus che la donna era morta. Il funerale era stato già organizzato. La bara ed il loculo acquistati, ma la donna non muore e continua a lottare nel reparto di rianimazione.

Cronaca
Pubblicato il 14 novembre 2018, alle ore 23:59

Mi piace
7
0
Sassari, la considerano morta ma è ancora viva: funerale annullato

La bizzarra vicenda ha come location Uri, un paesino in provincia di Sassari. I medici avevano comunicato ai parenti che la donna sarebbe sicuramente deceduta a seguito dell’ictus che l’aveva colpita. Dunque, i familiari si erano già accordati col parroco per celebrare le esequie. Bara e loculo acquistati

Un piccolo particolare: la donna di 80 anni è ancora viva, seppur ricoverata in condizioni gravi presso l’ospedale Santissima Annunziata di Sassari. Continua a lottare, nonostante tutto. Lo scorso lunedì mattina, la figlia l’aveva trovata svenuta nel bagno della sua abitazione, priva di coscienza perchè colpita da un improvviso ictus.

Trasportata d’urgenza all’ospedale di Sassari, viene ricoverata nel reparto di terapia d’urgenza. Le sue condizioni sono apparse subito disperate, ed i medici avevano comunicato alla figlia e agli altri familiari che non c’era più nulla da fare. La donna, secondo i dottori, era morta celebralmente e, addirittura, chiedevano alla famiglia l’autorizzazione per l’espianto degli organi.

Affranti dal dolore, i congiunti hanno firmato l’autorizzazione per l’espianto delle cornee e sono ritornati in paese per organizzare il funerale e accordarsi col parrocco sull’orario della cerimonia funebre. Senonché, martedì mattina – tornati in ospedale – scoprono che l’anziana non è morta e, anzi, è stata trasferita nel reparto di rianimazione ove continua a lottare. 

La donna, pur versando in condizioni molto gravi, sta tentando di reagire e combattere. L’incredibile sorpresa che si sono visti comunicare i familiari sicuramente ha destato un certo sconcerto dal momento che il funerale era già stato organizzato. Le campane della chiesa del paese avevano già suonato a morte.

La vecchietta non è morta e le sue condizioni, benché gravi, potrebbero migliorare nelle prossime ore. Una vicenda molto singolare che, però, per il momento si è chiusa con un lieto fine. Questa volta, la vita ha avuto la meglio sulla morte. Il destino dell’ottantenne potrebbe concludersi in maniera completamente diversa rispetto a come hanno pronosticato i medici. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una storia che, letta così, può far di certo sorridere ma che, nella realtà, mette in evidenza problematiche ben più profonde. Dichiarare la morte celebrale di una persona, e prepararla all'espianto degli organi senza che questa sia effettivamente morta, lascia veramente molto perplessi e impauriti, perchè chiunque potrebbe trovarsi in quella situazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!