Iscriviti

Sassari, 93enne cade dalla barella in ospedale e muore: stava attendendo di fare degli esami

Una 93enne era stata accompagnata al pronto soccorso per dei problemi cardiaci e respiratori. Mentre si trovava su una barella in attesa di svolgere alcuni esami, cade e muore.

Cronaca
Pubblicato il 12 maggio 2019, alle ore 14:00

Mi piace
1
0
Sassari, 93enne cade dalla barella in ospedale e muore: stava attendendo di fare degli esami

Quello avvenuto nell‘ospedale Civile di Alghero, è un terribile incidente sul quale la procura di Sassari ha già aperto un’inchiesta, così come ha spiegato il quotidiano La Nuova Sardegna che ha riportato l’accaduto. Si chiamava Leonarda Livesu la signora di 93 anni che è morta dopo tre giorni la violenta caduta avvenuta presso la struttura ospedaliera. La donna era molto famosa nel suo paese a Nord della Sardegna, Villanova Monteleone, per la sua abilità nel cucire splendidi abiti tradizionali sardi.

Leonarda Livesu era stata accompagnata dai nipoti presso il pronto soccorso dell’ospedale Civile di Alghero, a causa di alcuni problemi cardiaci e respiratori che avevano fatto preoccupare i familiari. Nonostante la veneranda età di 93 anni ed i problemi di salute piuttosto gravi, l’anziana è stata lasciata su di una barella nel corridoio del reparto di Medicina, poichè tutti i letti della struttura erano occupati. Qui è avvenuto il terribile incidente che è costato la vita alla signora Leonarda.

La caduta e la morte dopo tre giorni

Quando i parenti hanno fatto ritorno a Villanova Monteleone, convinti di aver lasciato la nonna in buone mani, è arrivata una telefonata dall’ospedale Civile di Alghero, in cui si informava la famiglia che l’anziana aveva sbattuto violentemente la testa cadendo dalla barella. Nella caduta la 93enne ha riportato un’emorragia cerebrale, e dopo tre giorni dall’incidente l’anziana è deceduta.

Presso la struttura sono subito giunti i carabinieri della stazione di Alghero, accompagnati dai militari del Nas che hanno sequestrato le cartelle cliniche della paziente, mettendo anche i sigilli alla barella dov’era stata lasciata l’anziana. Nell’inchiesta aperta dalla procura, non risultano esserci ancora degli indagati, ma si continuano le indagini per fare luce sull’accaduto.

Episodi come questo non devono più ripetersi” hanno affermato il presidente del Consiglio regionale sardo, Michele Pais, insieme all’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, che hanno programmato di fare visita a tutti i nosocomi dell’isola per accertarsi sulle condizioni in cui si trovano.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Davvero una storia terribile. Il solo pensiero di portare un nostro caro presso il pronto soccorso convinti di averlo lasciato nel posto più sicuro e protetto per la sua salute, per poi scoprire che proprio qui è morto a seguito di un incidente dovuto all' "abbandono" dello stesso paziente, lascia davvero senza alcuna parola.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!