Iscriviti

Sardegna, focolaio di Covid-19 a Sassari e in altre provincie dopo un pellegrinaggio a Medjugorje

Ben 6 no-vax sono al momento ricoverati in ospedale a Sassari in malattie infettive. I partecipanti al pellegrinaggio erano partiti per 5 giorni da Arzachena con destinazione la nota cittadina in Bosnia Erzegovina. Sono rientrati il 28 ottobre.

Cronaca
Pubblicato il 10 novembre 2021, alle ore 15:34

Mi piace
0
0
Sardegna, focolaio di Covid-19 a Sassari e in altre provincie dopo un pellegrinaggio a Medjugorje

In Sardegna è allarme per un grosso focolaio di Covid-19 esploso dopo un pellegrinaggio in Bosnia Erzegovina presso il santuario di Medjugorje. Da quanto si apprende, il pellegrinaggio era stato organizzato da un tour operator senza prevedere particolari precauzioni. La partenza era avvenuta da Arzachena e il tour è durato 5 giorni. I partecipanti sono tornati il 28 ottobre, e dopo pochi giorni sono stati riscontrati i primi casi di positività al coronavirus Sars-CoV-2.

Il 2 novembre 13 pazienti si sono presentati al Pronto Soccorso di Sassari, di cui 6 di loro sono stati trasferiti nel reparto di malattie infettive: tutti loro hanno problemi di respirazione. Le persone contagiate sono per la maggior parte anziane e hanno più di 60 anni. Alcuni rischiano di essere traferiti in terapia intensiva viste le loro serie condizioni di salute. Nella regione c’è preoccupazione, anche perchè i fedeli che hanno partecipato al pellegrinaggio provengono da varie provincie della regione. Al momento sarebbero una trentina le persone contagiate.

Il viaggio in autobus

Il pellegrinaggio si è svolto utilizzando degli autobus, e prevedeva sia visite allo stesso santuario di Medjugorje che pranzi, escursioni e pernottamenti. Tra le persone contagiate una donna era completamente vacccinata: quest’ultima ha contagiato il marito che invece è stato sottoposto ad isolamento presso il suo domicilio. 

La situazione epidemiologica adesso viene costantemente tenuta sotto controllo e le autorità sanitarie stanno effettuando tutte le operazioni di contact tracing previste dal protocollo sanitario. L’algoritmo ha segnalato che nel focolaio potrebbero essere coinvolte circa un migliaio di persone

In totale al pellegrinaggio hanno partecipato 180 persone. La maggior parte delle persone risiede in alcuni comuni della Gallura, come Tempio e la stessa Arzachena. Nelle prossime ore si potranno conoscere sicuramente ulteriori dettagli su questo focolaio di Covid esploso in Sardegna dopo il pellegrinnaggio di queste persone. Tra l’altro alla partenza dei pellegrini la Bosnia era già segnalata come una nazione in cui l’epidemia di Sars-CoV-2 faceva registrare numeri importanti, per cui era zona a rischio

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella che arriva dalla Sardegna è una notizia che ci deve far capire di quanto sia pericoloso il Covid-19. Questo pellegrinaggio ha rappresentato inevitabilmente un pericolo per queste persone e per i loro cari, e infatti parecchi sono tornati e hanno capito di aver contratto la malattia. Da segnalare che 6 di loro erano no-vax.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!