Iscriviti

Santone danese condannato a 5 anni per violenza sessuale

Ulrik Andersen è stato condannato a 5 anni di carcere per aver approfittato di una donna di 30 anni colpita da una patologia genetica. L'uomo affermava di poterla guarire in cambio di prestazioni sessuali

Cronaca
Pubblicato il 24 giugno 2014, alle ore 17:58

Mi piace
0
0
Santone danese condannato a 5 anni per violenza sessuale

Un santone danese prometteva la guarigione in cambio di prestazioni sessuali e sosteneva anche di possedere la capacità di trasmettere l’amore di Dio tramite rapporti non protetti. Un raggiro con violenze sessuali perpetrato nei confronti di una donna di 30 anni, che soffriva di una particolare patologia genetica, e che si era fatta convincere dall’uomo di poter essere guarita. 

La vicenda è accaduta nel milanese, esattamente a  Trezzano sul Naviglio. L‘uomo, Ulrik Andersenera considerato una specie di santone che guariva con i suoi poteri paranormali. Le prime violenze erano accadute dalla fine del 2011 fino al luglio 2012, ed era stata la stessa donna a denunciare l’uomo, dietro pressione della sorella e di un’altra amica. La donna, stanca forse degli abusi, si era confidata con loro e aveva capito che le persuasioni dell’uomo non erano altro che violenze e che non era affatto vero che fosse in grado di guarirla. 

Il santone era stato arrestato il 6 novembre 2013 e il pm Luca Gaglio aveva chiesto una condanna a 6 anni di carcere. Ora, dalla sentenza emessa, è risultata una condanna a 5 anni di carcere e la vittima è soddisfatta della pena inflitta al santone. Spesso episodi di questo tipo si verificano in quei casi di disperazione in cui una persona si sente impotente e non sa a chi rivolgersi per risolvere i propri problemi, soprattutto quelli legati alle malattie. Diversi i casi di imbrogli che negli ultimi anni hanno scaldalizzato per la gravtià degli episodi e delle violenze che alcune vittime sono state costrette a subire, ingannati dalla possibilità di una guarigione sicura. 

Affidarsi alle cure di un medico responsabile è la cosa più giusta da fare e perseverare nella ricerca medica è l’unica soluzione per risolvere i casi di malattie. Non c’è alcun nesso con le prestazioni sessuali e la guarigione; tutti coloro che lo sostengono sono solo dei truffatori che vogliono approfittare della debolezza di una persona, per la maggior parte di sesso femminile, che in un momento di fragilità viene sopraffatta dal più forte, pagandone care le conseguenze. Un occhio vigile e attento è sempre opportuno per diffidare da chiunque prometta guarigioni rapide in cambio di qualcosa.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!