Iscriviti
Napoli

San Gennaro: il sangue non si è sciolto, presagio di sventura.

Oggi, 16 Dicembre, come da tradizione si è tenuta la messa che presenta il miracolo di San Gennaro con lo scioglimento del sangue ma quest'anno non è avvenuto. Secondo la tradizione è segno di sventura.

Cronaca
Pubblicato il 16 dicembre 2020, alle ore 13:01

Mi piace
0
0
San Gennaro: il sangue non si è sciolto, presagio di sventura.

Il miracolo di dicembre del 2020 non è ancora avvenuto: alle 9 di mattina nella cappella San Gennaro monsignor De Gregorio è andato a prelevare l’ampolla con il sangue del santo ma si è accorto che questo appariva solido e non si è sciolto neanche durante la celebrazione organizzata con i pochi fedeli ammessi nella chiesa per le restrinzioni del Covid-19.

L’ampolla è stata riposta nella cappella alle 12 e alle 18:30 verrà celebrata la messa con la speranza che questa volta il miracolo sia riuscito, essendo questo un simbolo di sventura per la città secondo la tradizione religiosa e culturale.

Il 2020 è stato considerato l’anno peggiore degli ultimi tempi e sicuramente per una città e per tutta la comunità cristiana e laica, visto che questo è definito miracolo laico perchè si trova nella cappella di una congregazione laica, si tratta di un altro momento di sconforto e secondo alcuni anche di terrore per, appunto, la credenza che questo possa portare altri momenti di sfortuna per la città e tutti i  napoletani.

Si tratta del ” miracolo laico”, un evvenimento del 16 dicembre 1631 nel quale, dopo una grande eruzione del Vesuvio che stava arrivando alle porte di Napoli i cittadini hanno iniziato a chiedere aiuto a San Gennaro portando in processione le ampolle con il sangue del patrono al ponte dei Granili, oggi ponte della Maddalenacontinua.

E proprio in quel momento, secondo i racconti, l’avanzare della lava si è placato e ha fatto nascere il rito del sangue di san Gennaro come buon auspicio per la città di Napoli a cui è particolarmente devota.

Oggi, i cittadini presenti alla messa e i sacerdoti sono rimasti storditi dalla visione del mancato miracolo e sperano di poter vederlo nella giornata di oggi, la terza volta che viene mostrato in un anno come da tradizione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giada Annoni

Giada Annoni - Personalmente io non sono credente ma penso che un avvenimento così possa creare un po' di confusione soprattutto s e legato ad una credenza di buon auspicio o in questo caso di pericolo Visto il periodo complicato che stiamo vivendo la città di Napoli e soprattutto tutti i napoletani nel mondo avranno sicuramente bisogno di vedere riaccadere il miracolo a cui sono tanto legati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!