Iscriviti
Milano

Salvini aggredito da uno studente con un libro: i nuovi manifesti a Milano

Durante la notte sono apparsi in giro per Milano dei nuovi manifesti che annunciano il prossimo corteo per manifestare contro il governo giallo-verde. Ecco il loro significato e chi li ha appesi.

Cronaca
Pubblicato il 31 ottobre 2018, alle ore 14:24

Mi piace
4
0
Salvini aggredito da uno studente con un libro: i nuovi manifesti a Milano

E’ stata Rete Studenti di Milano ad appendere i manifesti in questione durante la notte presso la loro città, come invito a partecipare al corteo di manifestazione, contro il governo giallo-verde, che si terrà il 16 novembre. Dei manifesti molto forti che raffigurano Matteo Salvini aggredito da un libro e lo stesso vicepremier ritratto come un topo di fogna.

Essendo immagini molto simboliche, è stata proprio Rete Studenti a spiegare il significato di queste raffigurazioni, volendo così nuovamente invitare tutti quanti, in particolare proprio gli studenti, a partecipare alla famosa manifestazione che si terrà presso la città di Milano. Ecco che cosa dicono riguardo il Ministro degli Interni.

Il significato dei manifesti

Durante la notte sono stati appesi lungo le strade di Milano dei manifesti davvero particolari. Uno di questi raffigura il vicepremier Matteo Salvini, simbolicamente aggredito da uno studente con un libro in mano. Così come spiegano gli stessi proprietari dei manifesti, il disegno vuole proprio significare l’ignoranza del Ministro degli Interni, e di come sia diventata un’alleata di Salvini nonchè un mezzo per fomentare l’odio e “colpire i cittadini alla pancia“, proprio come affermato dalla stessa Rete Studenti.

Nel secondo manifesto invece, il vicepremier viene raffigurato come un topo di fogna. Anche in questo caso le spiegazioni sembrerebbero superflue, essendo dei disegni molto chiari e diretti, ma Rete Studenti vuole spiegare anche questo ritratto che sottolinea le troppe ed evidenti analogie al neofascismo, come Casapound, che sostengono il vicepremier.

Con questa spiegazione, Rete Studenti vuole far si che tutti i cittadini capiscano in modo molto diretto e semplice chi è per loro il governo ora a comando, e dove stanno portando il nostro Paese. Dei manifesti comparsi dal nulla durante la notte, ed una spiegazione ancora più chiara sul perchè, secondo loro, dovremmo tutti quanti scendere in piazza a manifestare. Il corteo partirà il 16 novembre alle ore 9.30 da piazza Cairoli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Dei manifesti davvero molto chiari e diretti che non si sono mai visti prima d'ora. Di sicuro Rete Studenti ha centrato l'obiettivo di far capire senza troppi giri di parole come vedono il Governo e soprattutto il vicepremier Salvini. Chissà se questo manifesti convinceranno ancora più gente a scendere in piazza il 16 novembre.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

31 ottobre 2018 - 14:27:31

Dai tempi in cui facevano ritrovare i polici scomodi, morti, nei cofani delle auto, l'atteggiamento di taluni verso le istituzioni non è migliorato poi tantissimo...

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Marta Lorenzon

31 ottobre 2018 - 15:48:26

dai tuoi commenti su alcuni articoli mi sembra di capire che sei un sostenitore del governo giallo-verde o per lo meno di Salvini ahhaha giusto?

0