Iscriviti

Salerno, neonato di 28 giorni ricoverato per Covid: positiva anche la madre

Un neonato di soli 28 giorni è ricoverato per Covid con febbre alta a Sarno, in provincia di Salerno. Positiva anche la madre, che per ora è asintomatica. Il piccolo sta lottando con tutte le sue forze contro il virus.

Cronaca
Pubblicato il 30 dicembre 2021, alle ore 12:58

Mi piace
0
0
Salerno, neonato di 28 giorni ricoverato per Covid: positiva anche la madre

Un neonato, 28 giorni di vita, lotta contro il Covid a Sarno, comune in provincia di Salerno. Il piccolo, sintomatico, con febbre alta, è stato sottoposto a tampone e, dopo il responso delle analisi, è stato ricoverato all’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno, e poi trasferito presso l’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. 

Il boom di contagi da Covid 19 nel salernitano non risparmia neppure i più piccoli, mentre le strutture ospedaliere lanciano l’allarme: “quasi esauriti i posti in pediatria per i bambini positivi“. Sono proprio i più piccoli che si stanno contagiando rapidamente anche perchè non sono protetti, tanti i neonati positivi e le famiglie in quarantena.

L’accaduto

La vicenda è accaduta a Sarno. Il piccolo, appena 28 giorni di vita, ha iniziato a manifestare sintomi sospetti ma inizialmente compatibili con la normale febbre. Poco prima era risultata positiva anche la madre che, tuttavia, non è in condizioni tali da richiederne il ricovero. Portato in pronto soccorso, è stato sottoposto a tampone antigenico rapido all’interno del reparto di Pediatria dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno, dove è risultato positivo così come la madre. Sottoposto quindi anche al tampone molecolare, il piccolo ha intanto riportato febbre alta, richiedendo così il trasferimento in ospedale, dove è attualmente ricoverato.

Il neonato è risultato positivo anche al tampone molecolare vero e proprio, così come la madre che. invece. non ha al momento sintomi evidenti. Proprio i più piccoli sembrano ormai essere diventati il “bersaglio” preferito del virus, approfittando della mancanza di copertura vaccinale. La rete pediatrica soffre e rischia di saltare davanti ad un’alta contagiosità rappresentata dalla variante Omicron.

Una rete che, probabilmente, non era affatto pronta all’ondata di bambini contagiati e non riesce a reggere tra posti letto già saturi. In Campania sono solo due le strutture di riferimento per l’ospedalizzazione pediatrica, il Policlinico Federico II di Napoli ed il Santobono, e si fa fatica a garantire il ricovero, mentre si cercano già posti letto fuori regione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - La variante Omicron preoccupa, colpendo i più piccoli, ancora sprovvisti di copertura vaccinale. Ne è un esempio il caso avvenuto a Sarno che ha visto coinvolto questo neonato di soli 28 giorni. Mi auguro che il piccolo guarisca al più presto, uscendo da guerriero in questa battaglia contro il Covid.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!