Iscriviti
Roma

Roma, tassista si rifiuta di portarlo a Firenze: 30enne gli spara

Chiama un taxi e chiede di essere accompagnato a Firenze. Quando il tassista si rifiuta di portarlo nel posto, un 31enne di origine cinese prende la pistola e spara all'uomo.

Cronaca
Pubblicato il 21 aprile 2019, alle ore 08:42

Mi piace
2
0
Roma, tassista si rifiuta di portarlo a Firenze: 30enne gli spara

E’ accaduto nel pomeriggio di ieri, sabato 20 aprile, a Roma, dove un uomo di 31 anni e di origine cinese ha reagito sparando al rifiuto di un tassista a cui aveva richiesto di essere portato a Firenze. L’aggressione è avvenuta intorno alle 16, e a distanza di meno di un’ora dagli spari, le forze dell’ordine sono riuscite ad intercettare e a prendere lo spregiudicato.

Secondo quanto è stato affermato, il tassista è stato ferito ad una mano e portato subito in ospedale non appena è stato soccorso. L’uomo non è in gravi condizioni ed è stato dimesso dal pronto soccorso con una prognosi e di alcuni giorni. La vittima dovrebbe riuscire a cavarsela senza alcuna operazione chirurgica, rimettendosi completamente.

Le dinamiche dell’aggressione

Erano circa le 16 del pomeriggio di ieri, sabato 20 aprile, quando ad un tassista di Roma è arrivata la chiamata di un cliente. L’uomo si è recato in via Zenodossio, alla Marranella, incontrandosi così con il 31enne di origine cinese che aveva effettuato la chiamata.

Con molta urgenza, il 31enne ha fatto richiesta al tassista di essere condotto a Firenze ma quest’ultimo ha dovuto rifiutare il lavoro a causa della troppa distanza da percorrere. L’uomo di origine cinese non ha preso nel migliore dei modi il rifiuto, e dopo aver tirato fuori la pistola con cui stava circolando, ha sparato alla mano del tassista scappando subito dopo.

I testimoni hanno chiamato i soccorsi che hanno poi portato il tassista in ospedale mentre le forze dell’ordine hanno iniziato le ricerche dello spregiudicato. In meno di un’ora, l’aggressore è stato individuato e portato in commissariato, identificato come un 31enne con precedenti per droga. Le indagini sono ancora in corso per cercare di comprendere le motivazioni che hanno spinto l’uomo ad avere tanta fretta per spostarsi a Firenze: le forze dell’ordine ipotizzano che sotto all’aggressione possano esserci degli affari di droga.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Il nostro Paese sembra diventare sempre più pericolo ad ogni giorno che passa. Ora anche i tassisti devono stare attenti a quello che dicono ai propri clienti, rischiando di venire aggrediti in caso di rifiuto. Fortunatamente l'uomo non è stato ferito gravemente e si riprenderà presto e nel migliore dei modi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!