Iscriviti
Roma

Roma, muore per Covid-19 medico del 118: era vaccinato con Johnson & Johnson

Tragedia nel Lazio, dove un giovane in servizio sulle automediche del 118 è morto nelle scorse ore stroncato dal coronavirus Sars-CoV-2. Nonostante fosse vaccinato aveva contratto il Covid ad agosto ed è stato ricoverata in terapia intensiva.

Cronaca
Pubblicato il 24 settembre 2021, alle ore 10:22

Mi piace
0
0
Roma, muore per Covid-19 medico del 118: era vaccinato con Johnson & Johnson

Un grave lutto ha colpito la squadra del 118 di Albano Laziale, paese alle porte di Roma, dove in queste ore è venuto a mancare Gianluigi Andrea Piegari, per tutti “Gigi”. L’uomo, un giovane di 36 anni, prestava servizio presso le ambulanze e le automediche del 118 e ad agosto scorso, durante il trasporto di un paziente positivo al Covid-19, aveva contratto la malattia nonostante fosse completamente vaccinato. Il sanitario si era sottoposto alla vaccinazione contro il coronavirus Sars-CoV-2 tramite il siero di Johnson & Johnson, il monodose. 

L’addio è stato inaspettato. Tra quattro mesi Piegari sarebbe diventato papà di un bambino, che aspettava insieme alla sua compagna, Martina, adesso distrutta dal dolore. “Era impossibile non amarlo. Una persona ben voluta da tutti, sempre pronta ad aiutare il prossimo. Era un uomo buono con tutti, non solo con i suoi pazienti a cui dedicava anima e cuore, oltre che la sua professionalità, ma anche con chi aveva appena conosciuto o con chi aveva avuto l’onore ed il piacere di incontrarlo” – questo è il ricordo che la compagna, Martina, ha fatto in lacrime ai media locali.

Un amore durato anni

Martina e Gianluigi si conoscevano da 25 anni, da quando erano bambini ed erano vicini di casa. Recentemente si erano trasferiti nella loro nuova casa di Cecchina. Piegari era specializzato in chirurgia estetica e aveva uno studio ad Albano Laziale, nei locali dove il papà aveva il suo studio dentistico. 

I funerali del sanitario si svolgeranno domani 25 settembre alle ore 15:00 presso la Cattedrale di San Pancrazio di piazzale Padre Pio da Pietrelcina ad Albano Laziale. L’inizio delle esequie è previsto per le ore 15:00. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio giunti sui social alla notizia della scomparsa del 36enne. 

Il sanitario era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Columbus. “Nel nostro ultimo intervento di emergenza, mi hai voluto omaggiare del tuo primo e personale adesivo ‘Covid19 veterani’ dicendomi: ‘lo dono a te perche lo meriti e perchè sei un grande’. Voglio ricordardi così caro amico Pierluigi Dottor Piegari. Grande medico del 118. Sarai sempre nel mio cuore e nel cuore di tutti gli operatori sanitari” – questo è il ricordo di un suo collega.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire di come il Covid-19 possa essere un patogeno molto insidioso e pericoloso. Questo sanitario, anche se vaccinato, si è ammalato lo stesso e purtroppo ha perso la vita. Nonostante tutto ricordiamo che la vaccinazione resta l'unico modo per poter uscire dall'emergenza sanitaria e tornare alla normalità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!