Iscriviti
Roma

Roma, muore operaio di 39 anni nel palazzo della Farnesina

Un operaio di 39 anni, che si stava occupando della manutenzione di un ascensore, è caduto nel vuoto ed è morto nella sede del ministero degli Esteri. Ad indagare sull'accaduto gli ispettori del lavoro

Cronaca
Pubblicato il 28 aprile 2022, alle ore 17:50

Mi piace
0
0
Roma, muore operaio di 39 anni nel palazzo della Farnesina

Ascolta questo articolo

Ennesimo incidente sul lavoro, oggi  Giovedì 28 Aprile intorno alle ore 8.30 un operario muore nella sede del ministero degli esteri, proprio nella giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro. 

Il dramma si è consumato appunto nella sede della Farnesina mentre un opeario si stava occupando della manutezione dell’ascensore; l’uomo di 39 anni è caduto nel vuoto, le cause sono ancora da accertare. A dare l’allarme sono stati altri colleghi e alcuni impiegati che avrebbero sentito le urla della vittima.

Sul luogo dell’accaduto i vigili del fuoco che hanno estratto il corpo ormai senza vita, e il personale del , che 118 non ha potuto fare altro che dichiararne il decesso. La zona è stata messa subito in sicurezza in modo da permettere ai  carabinieri della compagnia di Trionfare di indagaare sull’accaduto.

Ad indagare su ciò che è successo anche gli ispettori del lavoro e la Asl di zona, proprio con l’obiettivo di veificare se si siano rispettate le misure di sicuerazza sul lavoro; proprio qualche giono prima un caso analogo, un uomo di 61 anni ha perso la vita in una ritrutturazione di un palazzopoco prima dell’ora di pranzo. 

Non è mancato l’intervento dei sindacati attraverso la voce di Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, e Armando Valiani, segretario regionale Ugl Lazio: L’incidente mortale non è avvenuto in un cantiereedile abusivoin una nelle nostre zone periferie, tanto meno in un’azienda agricola che sfrutta la manovalanza extracomunitaria, o in una fabbrica in cui il profitto è più omportante della sicurezza, bensì all’interno di un Ministero di Roma che, nell’immaginariocollettio, rappresenta uno di quei luoghi assolutamente sicuri”, e continua: “Pertanto, a nome del sindacato Ugl , esprimo cordoglio alla famiglia della vittima e invito tutti a rifrettere sull’accaduto, in quanto non esistono luoghi di lavoro sicuri …”.

A seguire l’invito al governo di mettere un maggiore impegno affinchè i luoghi d lavoro siano più sicuri, chidendo l’intervento del  predidente Draghi per intensificare i controlli e rafforzale la formazione della sicurezza sul lavoro in modo tale da prevenire tragedie di questo tipo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Lea De Simone

Lea De Simone - Oggi nella giornata mondiale contro gli incidenti sul lavoro ancora piangiamo morti a causa di quest'ultimi; che il governo faccia qualcosa e prenda seri provvedimenti perchè non è possibile che un uomo esca per guadagnarsi da vivere e muoia sul posto di lavoro a causa della scarsa sicurezza nella quale si è costretti a lavorare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!