Iscriviti
Roma

Roma: morte due ragazze di 16 anni a Ponte Milvio

Consumatosi a Ponte Milvio, Roma, il decesso di 2 ragazze di 16 anni, uccise - mentre attraversavano la strada - da un 20enne alla guida, poi risultato positivo ad alcol e droga.

Cronaca
Pubblicato il 23 dicembre 2019, alle ore 01:54

Mi piace
3
0
Roma: morte due ragazze di 16 anni a Ponte Milvio

Era sabato sera in una delle zone più vivaci di Roma, in Corso Francia attorno all’una di notte, quando a rompere il silenzio è una brusca frenata e un successivo tonfo: due ragazze, che a causa della velocità sono balzate in aria per un metro, sono morte sul colpo.

Alla guida del proprio suv un vent’enne, P.G. è risultato positivo al test per alcol e droga dopo gli accertamenti di rito in ospedale. Ora, indagato per omicidio stradale, gli sono stati sequestrati cellulare, veicolo e patente: verranno effettuati controlli per assicurarsi che non stesse usando il cellulare al momento dell’impatto.

Al momento dell’arrivo dei soccorsi, le salme delle ragazze sono state ritrovate nella carreggiata, alcuni metri prima delle strisce pedonali: da quanto ricostruito, stavano attraversando la strada quando è accaduta la tragedia. “Abbiamo sentito un gran boato e siamo usciti dal locale. Pensavo a un tamponamento, poi ho visto le ragazze a terra“: questo è stato raccontato dai testimoni del locale lì vicino che ha accolto le famiglie delle ragazze scomparse per la notte.

Avevamo fatto tanti progetti con C. Non è giusto. Non doveva andare così, doveva investire me”, le parole che fanno percepire il profondo shock e lo sgomento della madre di una delle due ragazze. Ad effettuare il riconoscimento dell’altra ragazza, G.,  è il padre che, a causa proprio di un incidente stradale, è bloccato in sedia a rotelle. Impossibile descrivere il dolore delle famiglie e il loro sgomento per questa prematura perdita.

Ora sono in corso gli accertamenti per comprendere come sono andate precisamente le cose in quella devastante notte di sabato sera. A ricostruire la vicenda sono alcuni testimoni oculari: “Ho assistito all’incidente. È un’immagine che non dimenticherò mai. Erano al centro della strada, G. si è girata verso C. e poi è arrivata quella macchina – ha ricordato – c’è stata la frenata fortissima e l’impatto che le ha sbalzate; l’auto è andata avanti. Poi sono arrivate altre macchine, penso che almeno tre le abbiano colpite“.

In questa tragedia di Natale, è in lutto tutto il quartiere che ha lasciato mazzi di fiori sul ciglio della strada e, addirittura, un cappellino di Natale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Pavone

Federico Pavone - Non ho parole per l'incoscienza giovanile. Mettersi alla guida sotto effetto di alcol e droghe e, per giunta al cellulare, è qualcosa di impensabile. Sono in profondo lutto per le ragazze e sono vicino col pensiero alle famiglie che hanno perso queste giovani vite: altra cosa che mi sconvolge profondamente sono le altre auto che, secondo le ricostruzioni, non solo non si sono fermate vedendo i corpi, ma li hanno addirittura colpiti come se fossero spazzatura da buttare. Sono shockato e ho redatto l'articolo con una costante pelle d'oca per la sofferenza del vedere tutta questa indifferenza verso le, oramai, salme di queste povere ragazze per le quali, ormai, non resta che lasciare dei fiori…

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!