Iscriviti
Roma

Roma, anziano torna a casa e la trova occupata da una rom: non può rientrare

Un anziano ha cercato di fare ritorno a casa sua, dopo che si era allontanato per sottoporsi a degli esami medici, ma si è trovato la serratura cambiata. Con tanto di occupante abusivo al suo interno, una rom, che gli ha impedito l’accesso.

Cronaca
Pubblicato il 2 novembre 2021, alle ore 12:49

Mi piace
0
0
Roma, anziano torna a casa e la trova occupata da una rom: non può rientrare

Secondo quanto raccontato dal Messaggero, alla donna è bastato solo scardinare la porta blindata per potervi accedere e prendere possesso dell’appartamento sito in via Pasquale Del Giudice, nel quartiere romano Don Bosco.

L’uomo, un 86enne celibe, senza figli, si è trovato con degli ospiti non richiesti: la rom, con tanto di figlia e cane e sul terrazzino anche i panni stesi della famigliola abusiva.

La vicenda

Questi sono dei mascalzoni, dei farabutti, come si fa a fare una cosa del genere? Io non sto bene, soffro di cuore, non mi posso emozionare. Non mi hanno fatto entrare nemmeno per prendere le mie medicine salvavita e le ricette per acquistarle“. A parlare, a Fanpage.it, è Ennio. Vi avevamo già raccontato ieri la sua storia: è un signore di 86 anni che a ottobre si era assentato qualche giorno dalla sua abitazione nel quartiere Don Bosco per fare delle visite mediche.

Al suo ritorno ha trovato l’abitazione occupata. La chiave nella toppa non entrava più, la porta presentava evidenti segni di scasso. La serratura era stata evidentemente cambiata. Il signor Ennio si è spaventato e ha deciso di fare ciò che gli sembrava più sensato per tutelarsi: chiamare i carabinieri.

Ma le cose non sono andate come sperava.A proseguire il racconto è Alessandro Olivieri, legale del signor Ennio. I militari hanno suonato e ha aperto una signora. Le hanno chiesto i documenti,  hanno detto a Ennio di aspettare e sono entrati nell’appartamento. Una volta usciti, hanno riferito al signore che erano molto dispiaciuti ma che doveva allontanarsi, denunciare l’accaduto,e magari. con l’aiuto di un avvocato, provare a tentare un po’ di strade per rientrare in possesso di ciò che è suo.

Ennio non sta bene. Soffre di cuore e ha bisogno di prendere delle medicine per poter vivere. Ha quindi chiesto ai carabinieri di poter entrare per prendere le sue medicine salvavita e le ricette per acquistarle, ma non lo hanno fatto entrare. “Mi hanno detto che ci vuole il magistrato“, ha continuato Ennio amareggiato.

Nel quartiere di Don Bosco c’è sgomento per quanto accaduto. “Uno esce e va a fare una visita, un’analisi del sangue, e trova casa occupata, ma stiamo scherzando? I carabinieri dovevano far uscire immediatamente la signora“, commenta un vicino. Nessuno si è reso conto che qualcuno stava entrando in casa dell’uomo mentre lui non c’era.

Una ragazza ha successivamente detto di aver sentito dei rumori verso le 3 di notte, ma nessuno avrebbe mai immaginato che gli stavano occupando l’abitazione. “Abbiamo chiesto un sequestro preventivo in modo da tutelare la proprietà e i beni del signore – conclude l’avvocato – e la rimessa in possesso della casa. Ma non è detto che quando rientrerà ritroverà tutte le sue cose di valore. Nessuno lo ha tutelato”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Se, approfittando di una tua momentanea assenza, una persona entra in casa tua, si barrica e non vuole più uscire, l’occupazione abusiva dell’immobile è punita con il codice penale. Ma non sempre. Se anche ti dovessi far assalire dalla voglia di mandarlo via a forza, usando le “cattive maniere”, anche tu commetteresti un reato, quello di «esercizio arbitrario delle proprie ragioni». Dunque non c’è altra soluzione: per mandare via di casa un abusivo devi rispettare le procedure previste dalla legge. Spero che a quest' uomo di 86 anni gli rivenga dato nell'immediato tutto ciò che è di sua proprietà.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!