Iscriviti

Ritrovato un piccolo tesoro in vecchi libretti postali e bancari nel Bresciano

In un ex orfanotrofio di Chiari, nell'ovest bresciano, sono stati rinvenuti vecchi libretti postali e bancari, di ingente valore, durante i lavori di ristrutturazione dell'istituto. L'Agitalia si sta occupando delle pratiche per il rimborso dei titoli

Cronaca
Pubblicato il 7 febbraio 2014, alle ore 17:39

Mi piace
0
0
Ritrovato un piccolo tesoro in vecchi libretti postali e bancari nel Bresciano

Nell’ex orfanotrofio femminile “Le Deleritte” di Chiari, cittadina dell’ovest bresciano, sono stati ritrovati 16 vecchi libretti postali e bancari emessi tanto tempo fa, uno di essi, addirittura, nel lontano 1909, oggetto di antiche donazioni all’istituto, che sembrerebbero avere un importante valore economico.

Il rinvenimento è avvenuto durante i lavori di ristrutturazione dei locali della struttura, che ora è la sede della Comunità Socio Sanitaria Bertinotti Formenti, da sempre impegnata nel sociale.

Detta Comunità avrebbe conferito il mandato per l’inoltro della richiesta di rimborso dei titoli all’Associazione per la Giustizia in Italia, (Agitalia), i cui consulenti contabili, ora, stanno procedendo alla valutazione del singolo libretto in base al relativo anno di emissione, al tasso previsto per il tipo di titolo, e altri criteri.

La richiesta di rimborso, maggiorata dagli interessi oltre alla rivalutazione monetaria, è già stata inoltrata alla Banca d’Italia e al Ministero delle Finanze, garanti in solido delle obbligazioni degli istituti di Credito anche se non più esistenti, e dei certificati di debito pubblico del Regno d’Italia.

Il valore dell’epoca di emissione dei libretti si aggira complessivamente intorno alle 20 mila lire, ma al momento non è stato ancora possibile definire con esattezza il loro valore in euro. Considerando, però, il potere di acquisto della lira a quell’epoca, pare, si possa indicativamente parlare di alcune decine di migliaia di euro.

Una cifra che, sicuramente, sarà molto utile alla Comunità per portare avanti il suo progetto di ospitalità e assistenza a persone, tra i 18 e 55 anni, portatrici di disabilità intellettive medio e/o medio-gravi, al fine di favorirne il benessere psicofisico

Nella struttura operano 11 figure professionali, tra cui ASA, OSS e educatori professionali, e si avvale, inoltre, di consulenti esterni, quali psicologi, logopedisti, psichiatri.

La struttura è aperta 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno, e al momento i posti disponibili, autorizzati dalle autorità competenti, sono un massimo di 10.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito della comunità: http://www.fondazionebf.it/contact-us.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!