Iscriviti
Napoli

Ritrovate in Spagna le auto che venivano rubate a Napoli

Sgominata dai carabinieri la banda che rubava auto nel napoletano e le rivendeva con targhe false. Diverse vetture di lusso e autoarticolati ritrovati in Spagna dalla Guardia Civil.

Cronaca
Pubblicato il 8 febbraio 2019, alle ore 14:56

Mi piace
4
1
Ritrovate in Spagna le auto che venivano rubate a Napoli

I militari dell’arma dei carabinieri hanno tratto in arresto 14 persone, tutti napoletani e un albanese, già noti alle forze dell’ordine con varie accuse a carico tra cui furto, ricettazione, riciclaggio di auto di lusso, utilitarie e autoarticolati. 

Era stata soprannominata la banda delle auto. Agiva di notte in diverse province della Campania, soprattutto in quelle di Napoli e Caserta. La banda non rubava solo piccole auto o utilitarie, ma era specializzata anche nel furto di auto lussuose e di autoarticolati per il trasporto di merci. Una volta avvenuto il furto, con le utilitarie o auto che non avevano grande valore scattava il meccanismo dell’estorsione. Per gli autoarticolati e le auto di lusso, invece, la banda provvedeva al cambio di targa, alla contraffazione dei documenti, e a punzonare il telaio. 

Questo perché i veicoli in questione erano destinati ad un mercato diverso e, soprattutto, al di fuori dei confini italiani e campani. Infatti, dalle indagini dei carabinieri è emerso che alcune delle vetture rubate si trovassero in Spagna. A quel punto, è scattata un operazione combinata tra i carabinieri e la guardia civil che, in Spagna, aveva già individuato diverse auto di lusso con telaio punzonato. 

La guardia civil, infatti, ha ritrovato un suv, un Range Rover Evoque, con telaio punzonato: un segno di riconoscimento, una firma, che il furto fosse ad opera della banda che si muove nel napoletano. Inoltre, due autoarticolati erano stati imbarcati con targhe false per mandarli all’estero, probabilmente con lo scopo di vendere i mezzi ad un mercato che avrebbe fatto perdere definitivamente le tracce degli autoarticolati. 

I carabinieri hanno scoperto, inoltre, nella provincia di Caserta, altre auto di lusso con telaio punzonato e targhe contraffatte. In altre zone della provincia, per strada sono state ritrovate, con le stesse modalità, altre 24 auto tutte destinate al mercato estero come quelle ritrovate in Spagna. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ciro D'agostino

Ciro D'agostino - In Campania, purtroppo, il numero di furti di autovetture non sembra proprio calare. Se un tempo le auto con un rischio più elevato erano le sole utilitarie, ora anche le auto di lusso non spaventano più. Questa banda aveva creato un meccanismo perfetto per far uscire fuori dall'Italia le auto. Solo un azione incrociata tra i carabinieri e la guardia civil poteva portare all'individuazione dei criminali. Un rapporto che potrebbe ritornare utile in futuro, visto che molti affari loschi vengono spostati dalla Campania alla Spagna.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!