Iscriviti

Risentito il fratello di Emanuela Orlandi per il silenzio del Papa

A 31 anni dalla scomparsa della sorella Emanuela, Pietro Orlandi parla con rammarico e delusione per il silenzio del Papa. Chiedeva almeno una preghiera in ricordo della sua morte

Cronaca
Pubblicato il 23 giugno 2014, alle ore 14:44

Mi piace
0
0
Risentito il fratello di Emanuela Orlandi per il silenzio del Papa

Pietro Orlandi, fratello di Emauela, comunica la sua delusione per il silenzio del Papa31 anni di distanza dalla morte della sorella. C’era anche lui durante l’Angelus in Piazza San Pietro e avrebbe voluto semplicemente che il Papa facesse una preghiera per ricordare la sorella, di cui ancora oggi non si sa che fine abbia fatto. Insieme a Pietro c’erano anche un centinaio di persone che da tempo ormai portano avanti questa battaglia per conoscere la fine di Emanuela, e nell’occasione dell’anniversario della sua morte, avevano chiesto alla segreteria di stato di essere nominati nei saluti finali, come segno di vicinanza al dolore della famiglia.

Le parole di Pietro sono state: “Avevamo fatto la richiesta alla Segreteria di Stato per essere menzionati nei saluti finali, e io stesso avevo scritto al Papa che saremmo stati in piazza. Una sua vicinanza anche solo spirituale sarebbe stata importante. Non credo che chiediamo cose impossibili e non capisco perché una bambina che non aveva fatto niente non possa neanche essere menzionata”. Il fratello di Emanuela è molto dispiaciuto che la folla abbia replicato con le parole “Vergogna! Vergogna!” ma, aggiunge Pietro, “è stata una reazione spontanea”.

Pietro ha incontrato Papa Francesco qualche giorno dopo la sua elezione a pontefice e in seguito ha spesso chiesto di poter parlare direttamente con lui, per spiegargli esattamente le fasi della vicenda della sorella, ma non ha mai avuto risposta. Però Pietro non vuole perdere la speranza, e si aggrappa proprio alle parole del Papa che invita i fedeli a “non farsi rubare la speranza”. Il fratello è convinto inoltre che la verità non è lontana e che presto cadranno le basi che tengono in piedi questo ricatto che dura ormai da tanti anni. Le persone che sostengono Pietro gli danno molta forza e provengono da tutta Italia, aiutandolo anche nell’organizzare manifestazioni e convegni. Queste persone, come lui credono in una verità che deve ancora emergere, e che è molto vicina. Basta solo aspettare un altro po’ e si scioglierà come neve al sole; sarebbe ora di comporre quel puzzle rimasto in sospeso e che aspetta solo di essere completato.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!