Iscriviti
Roma

Rintracciata la donna che ha abbandonato il suo bambino in strada a Roma

È stata rintracciata a Bologna la donna venticinquenne che ha abbandonato il suo bambino in strada a Roma. E' stata arrestata. Le figlie affidate ad un centro di protezione minori.

Cronaca
Pubblicato il 29 febbraio 2020, alle ore 13:04

Mi piace
13
0
Rintracciata la donna che ha abbandonato il suo bambino in strada a Roma

Una giovane donna di origine croata a Roma ha abbandonato il più piccolo dei suoi due figli in un passeggino per strada. All’angolo tra via Cattaneo e via Principe Amedeo, non lontano dalla stazione Termini di Roma, le telecamere di sicurezza hanno ripreso la scena intorno alle 17 del pomeriggio. La donna ha lasciato il passeggino con all’interno il piccolo di pochi mesi, dirigendosi verso la stazione insieme all’altra bambina, di cinque anni.

Un passante, prima ancora che si visionassero i filmati delle telecamere, ha dato l’allarme permettendo che il bambino venisse immediatamente soccorso dalle volanti e dal primo soccorso che lo hanno trasportato al Bambin Gesù per accertamenti.

Il bimbo, di circa sette mesi, è in buona salute, ben vestito e ben nutrito e dormiva beatamente per cui, fortunatamente, non si è accorto di nulla. Ci si è poi messi alla ricerca della donna, nata a Gallarate da una famiglia di origine croate. Si è scoperto che viveva tra un centro di accoglienza per giovani madri ed un campo rom di Acilia, alle porte della capitale.

Non sono ancora chiare le motivazioni dell’abbandono anche perché i bambini, sia il piccolo abbandonato che la bimba trovata ancora con la donna su un treno all’altezza di Bologna, sono apparsi in ottime condizioni e ben curati, e questo non fa pensare, pertanto, ad una situazione di degrado o di poco amore, ma forse solo di estrema solitudine.

I bimbi sono in custodia dal giudice dei minori e la più grande è già stata trasferita in una struttura protetta, mentre il più piccolo resta, per ora, al Bambin Gesù. La donna è stata arrestata per abbandono di minore e pare che con gli agenti della Polfer che l’hanno rintracciata sul treno si sia solo voluta subito accertare che il bambino stesse bene.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - Una vicenda incredibile che sicuramente è il risultato di una serie di difficoltà. Lasciare un figlio è sì un reato ma è pure un gesto di disperazione. È vero che quando si è pieni di problemi probabilmente la mente si offusca, ma io spero che altre madri in difficoltà da questa ennesima storia imparino che si può lasciare il proprio figlio in una chiesa al sicuro, o anche in ospedale. Non lasciateli per strada, perché non sempre si incontra brava gente come in questo caso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!