Iscriviti

Reggio Emilia, circoncidono in casa il figlio: bambino di 5 mesi morto

Due genitori di origine ghanese hanno circonciso il figlio di soli 5 mesi in casa. Il piccolo è stato portato d'urgenza a Bologna, dov'è poi deceduto. Ora si indaga per omicidio colposo.

Cronaca
Pubblicato il 25 marzo 2019, alle ore 11:08

Mi piace
2
0
Reggio Emilia, circoncidono in casa il figlio: bambino di 5 mesi morto

La circoncisione è un’operazione chirurgica e va fatta rispettando le norme igienico-sanitarie“, così scrive il ministro della Salute, Giulia Grillo, sul proprio profilo personale Facebook, a commentare la terribile notizia che arriva dal Reggio Emilia, dov’è morto un neonato di soli 5 mesi a causa di una circoncisione praticata dagli stessi genitori presso la loro abitazione.

I due genitori, l’uomo di 40 anni e la donna di 30, sono ora indagati per omicidio colposo. Entrambi di origine ghanese, hanno altri tre figli di età maggiore della vittima, ma tutti minorenni

Il dramma è avvenuto venerdì scorso, 22 marzo, quando i genitori residenti a Scandanio, in provincia di Reggio Emilia, hanno portato d’urgenza all’ospedale della città il figlio di soli 5 mesi. Così come affermano i medici che hanno accolto il giovanissimo paziente, il bambino era già in condizioni disperate e, per questo, hanno dovuto trasportarlo all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Qui, sfortunatamente, nella notte tra venerdì e sabato scorso, il neonato ha perso la vita. 

I dati delle circoncisioni in Italia

A commentare la terribile tragedia è stata anche il ministro della Salute, Giulia Grillo, che – tramite un post sul profilo Facebook – chiede ancora a tutti i genitori di pensare prima di praticare la circoncisione presso le loro abitazioni. Così come afferma il ministro, infatti, ci troviamo di fronte ad un intervento medico, che non solo va praticato da persone competenti, ma anche in un ambiente sterile e adeguato. Chiedendo ancora una volta di mettere la vita dei propri figli davanti ad ogni esigenza, si rivolge anche ai medici perché possano aiutare ed indirizzare le persone a fare questa pratica in modo corretto e sicuro.

RaiNews.it ha riportato i dati riguardo le circoncisioni che avvengono nel nostro paese: i motivi sono molti, da quelli culturali e religiosi, fino a quelli igienici. In Italia si contano tra i 4.000 ed i 5.000 bambini stranieri che ogni anno vengono circoncisi, e di questi circa il 35% subisce la pratica in modo clandestino, ovvero a casa propria e spesso non per mano di un medico. Il rischio del circoncidere un bambino in questo modo è legato ad infezioni ed emorragie, che possono diventare letali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - È importante continuare a parlare di queste cose perchè più persone possibili cambino idea sulla circoncisione praticata in questi modo. Mettiamo davvero la vita dei bambini prima di ogni motivazione che potrebbe spingerci a fare questa pratica pericolosa a casa propria e per mano di persone incompetenti. Non uccidiamo altri bambini innocenti.

Lascia un tuo commento
Commenti
Maria Guerricchio
Maria Guerricchio

26 marzo 2019 - 13:11:12

Che atrocità!

0
Rispondi