Iscriviti

Ravenna, medico fingeva di vaccinare i pazienti ed emetteva il Green Pass: arrestato

L'uomo è stato arrestato ieri pomeriggio dalla Squadra Mobile, le indagini sono partite dopo che un genitore No Vax ha portato nello studio del medico la figlia per farla "vaccinare" allo scopo di ottenere il Green Pass. Aveva nella sua disponibilità 15 flaconi di siero Pfizer.

Cronaca
Pubblicato il 12 novembre 2021, alle ore 18:02

Mi piace
0
0
Ravenna, medico fingeva di vaccinare i pazienti ed emetteva il Green Pass: arrestato

Rendeva inoculabili i vaccini anti Covid e poi emetteva dei Green Pass ai pazienti da lui “assistiti” al costo di 500 euro. Una vera e propria truffa e non solo quella sgominata dalla Procura di Ravenna, che ha voluto vederci chiaro sul comportamento di un medico chirurgo 64enne. L’uomo, autorizzato medico vaccinatore, praticamente fingeva di vaccinare le persone: i sieri erano tenuti a temperatura ambiente invece che essere conservati in frigo a basse temperature, questo in modo che potessero essere resi inservibili. Utilizzando l’applicativo “SoleWeb” avrebbe inserito falsamente le certificazioni e i dati vaccinali, anch’essi falsi, dei pazienti. 

Il modus operandi era studiato appositamente per mandare in errore il Ministero della Salute, che sulla base di quei dati forniva poi la certificazione verde Covid. L’inchiesta è partita dalla Procura di Belluno, allorquando ci si è accorti che un genitore No Vax aveva portato la figlia adolescente a farsi vaccinare dal medico di Ravenna. Il pm ha convocato la ragazzina e il padre ed è stata sottoposta agli accertamenti clinici per misurare la presenza o meno di anticorpi, che non c’erano assolutamente. Da lì per il medico sono cominciati i guai.

L’arresto

Tra i pazienti del medico figurava gente “vaccinata” con una o due dosi. Alcuni di loro provenivano addirittura da fuori regione, altra circostanza quest’ultima che ha fatto scattare i sospetti degli inquirenti. Tutti loro si sono sottoposti volontariamente alla misura degli anticorpi, esami che sono risultati negativi. 

Nel corpo di questi pazienti non c’erano anticorpi al Covid-19. Ieri pomeriggio il medico 64enne è stato prelevato dalla Polizia di Stato ed è finito in manette: dovrà rispondere delle accuse di peculato, falso ideologico e corruzione. L’uomo avrebbe ritirato nei primi giorni di ottobre 15 flaconi di vaccino Pfizer-BioNTech, pari a 90 dosi.

“Abbiamo visto la pattuglia della Polizia arrivare nello studio del medico, ma noi stavamo lavorando. Abbiamo scoperto dell’arresto dai clienti. Non mi sarei mai immaginato una cosa simile, era una persona molto colta, discreta, gentile, educata e tranquilla” – così ha detto il gestore di un bar vicino. La città di Ravenna e la frazione di Marina di Ravenna, lì dove ha lo studio il medico, sono adesso sotto shock dopo quanto accaduto. “È stato un fulmine a ciel sereno, anche se devo dire che un sentore della sua simpatia verso i no vax c’era” – così ha detto una sua paziente 54enne. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una vicenda assurda quella che arriva da Ravenna, dove questo medico fingeva di vaccinare i pazienti contro il Covid e faceva scadere i vaccini lasciandoli a temperatura ambiente. Questo dottore ha messo in serio pericolo la salute non solo dei propri pazienti ma anche quella della comunità. Adesso è stato arrestato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!