Iscriviti

Ragusa, celebrati i funerali del poliziotto Simone Cosentino che ha ucciso la moglie e poi si è suicidato

Si sono svolti stamani i funerali di Simone Cosentino e della moglie Alice Bredice. Il poliziotto che il 29 aprile ha ucciso la moglie nel sonno e poi si è sparato un colpo con la stessa arma.

Cronaca
Pubblicato il 30 aprile 2019, alle ore 17:47

Mi piace
6
0
Ragusa, celebrati i funerali del poliziotto Simone Cosentino che ha ucciso la moglie e poi si è suicidato

Si sono celebrati stamani i funerali del poliziotto Simone Cosentino di 42 anni e della moglie Alice Bredice, 33 anni. L’uomo in servizio presso la Polstrada di Ragusa, ha usato l’arma di ordinanza per compiere l’omicidio-suicidio. I funerali si sono svolti presso la parrocchia Maria Regina in c.da Cisternazzi a Ragusa. Il rito è stato officiato da don Ramandazzo.

Alle esequie erano anche presenti le due figlie della coppia rispettivamente di 9 e 6 anni, comprensibilmente in lacrime e colte dalla disperazione per la improvvisa quando tragica scomparsa dei genitori. Pare che la figlia maggiore si fosse svegliata a causa dei primi spari che l’uomo ha riversato contro la moglie e che la bambina abbia visto il padre suicidarsi.

Al funerale anche la presenza della istituzioni locali, dai vertici della questura al sindaco di Ragusa Peppe Cassì. Commozione e disperazione i sentimenti presenti durante la celebrazione. Secondo le prime ricostruzioni, Simone avrebbe chiesto alla madre, tramite messaggio, di prendersi cura delle figlie. Messaggio che purtrppo non ha impedito ai soccorsi di recarsi immediatamente presso l’abitazione dell’uomo e fermare lo scempio che aveva iniziato a perpetrare.

Una della bambine, presumibilmente la maggiore, avrebbe invece allertato il nonno chiedendo aiuto. Il movente resta attualmente ancora incomprensibile. Probabilmente la donna, nei giorni scorsi aveva maturato l’idea di separarsi dal marito mentre lui non aveva accettato questa sua scelta.

L’ispettore-capo era in ferie da quattro giorni. Prima di commettere l’efferato delitto, l’uomo aveva postato sul suo profilo Facebook una frase che alla luce dei fatti appare quasi profetica “Ti ho dedicato tutta la mia vita. Ti amo“. Fonti interne alla questura parlano di incomprensioni tra i due coniugi negli ultimi giorni che però non davano adito ad un simile epilogo.

Alice Bredice, originaria della Val di Susa in Piemonte, aveva trascorso insieme alle figlie le vacanze pasquali nel suo paese natìo ed era tornata da poco in Sicilia. Leggendo i suoi post su Facebook emerge una personalità di donna gioiosa e serena. Di Simone, i colleghi parlano di un uomo apparentemente senza problemi particolari. Lo stesso questore, Salvatore La Rosa, ha dichiarato che il suo fascicolo personale era lindo e privo di ombre.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una tragedia che non si poteva evitare sulla base degli elementi che emergono. Un uomo che non aveva mai evidenziato problemi personali e/o familiari. Un padre amorevole ed un marito innamorato. L'eventualità di una separazione però non l'avrebbe mai accettata ed è per questo che l'uomo ha deciso di porre fine alla sua ed alla vita della moglie. Un comportamento che non potrà mai essere giustificato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!