Iscriviti
Roma

Ragazzino pestato a sangue dal branco di bulli: identificati e denunciati 7 minori

I fatti si sono verificati il 4 febbraio scorso a Roma. Secondo i suoi aggressori, il giovane, 15enne, era una "spia dei prof". I ragazzini che lo hanno aggredito non erano persone che la vittima conosceva e pubblicarono il video sui social.

Cronaca
Pubblicato il 16 aprile 2021, alle ore 12:43

Mi piace
0
0
Ragazzino pestato a sangue dal branco di bulli: identificati e denunciati 7 minori

Si è chiusa in queste ore una complessa attività di indagine dei carabinieri della stazione di Roma Cinecittà, che sono riusciti ad identificare 7 minorenni ritenuti responsabili di una aggressione ai danni di un 15enne. I fatti risalgono al 4 febbraio scorso. Il 15enne è uno studente romano che dai suoi aggressori sarebbe stato ritenuto colpevole di essere una “spia dei prof”, in quanto, a loro dire, avrebbe spifferato i nomi di alcuni coetanei che avevano disturbato una lezione scolastica. Il branco passò quindi all’azione, prendeno a calci e pugni il malcapitato e pubblicando il video in Rete. 

I 7 minorenni individuati sono stati denunciati alla Procura dei Minorenni: tra questi figurano anche 3 ragazzine. Tutti i minori hanno un’età compresa tra i 13 e i 15 anni. Durante l’aggressione la vittima ha riportato soltanto forti contusioni e tanto spavento. Il fatto resta di una gravità asssoluta e per questo i militari dell’Arma hanno fatto scattare immediatamente le indagini dopo la denuncia presentata in caserma. Tutti i ragazzini denunciati sono risultati essere incensurati. 

L’aggressione in piazza

Quando il 15enne è stato aggredito si trovava in piazza Don Giovanni Bosco. Gli autori del folle gesto sono stati riconosciuti soprattutto grazie ai filmati finiti in Rete e ad alcune chat che si trovavano sui social network. Grazie all’incrocio delle fotografie e alle testimonianze raccolte anche nei corridoi della scuola, si è risaliti ai responsabili dell’aggressione. 

Per due dei ragazzi fermati, oltre alla denuncia per lesioni personali aggravate in concorso, è scattata anche quella di diffusione di riprese e registrazioni fraudolente. Le indagini su questo delicato caso comunque proseguono, questo al fine di circostanziare meglio i fatti e capire perché i sette hanno deciso di agire in questa maniera. 

Per motivi di privacy, ma anche perché essendo minorenni, i nomi dei giovani denunciati non sono stati resi noti. Ogni anno sono molti i ragazzi che vengono pestati da branchi di teppisti senza alcun motivi. Gli inquirenti sono sempre molto attenti a contrastare il fenomeno del bullissimo e tutelare i più vulnerabili.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio davvero molto grave quello avvenuto a Roma, dove un branco di sette ragazzini ha picchiato un 15enne. Per loro adesso ci sono accuse pesantissime, alle quali dovranno rispondere dinanzi l'autorità giudiziaria. Le forze dell'ordine sono sempre attente a monitorare il fenomeno del bullismo. Un fenomeno grave da contrastare ad ogni costo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!