Iscriviti

Quarantena violata a Rovigo per andare a trovare l’amante, poi risultata infetta da Covid-19

Un uomo veneto viola la quarantena per andare a Rovigo a trovare l'amante. La stessa poi risulta positiva al Covid-19 e l'uomo infetta inconsapevolmente il figlio tredicenne.

Cronaca
Pubblicato il 13 aprile 2020, alle ore 13:48

Mi piace
5
0
Quarantena violata a Rovigo per andare a trovare l’amante, poi risultata infetta da Covid-19

Durante la pandemia da Covid-19 sul suolo italiano e nonostante la massiccia presenza delle forze dell’ordine a tutela del D.p.c.m. di Conte, purtroppo alcune persone continuano a violare la quarantena senza alcun criterio morale, affidandosi alla scelleratezza. In questo caso ci troviamo nella città di Rovigo, dove è stata violata la quarantena per andare a trovare l’amante in una relazione extra-coniugale.

Purtroppo, l’uomo residente in Veneto che ha commesso questo reato non era a conoscenza che l’amante in questione era stata contagiata dal virus Covid-19, poiché asintomatica. Così facendo, l’uomo ha contagiato a sua volta il figlio innocente. Tutto questo è accaduto nella città di Rovigo, dove la popolazione è ancora incredula di fronte all’accaduto. Non riescono a spiegarsi come l’uomo abbia potuto trasgredire in questo modo alle rigide disposizioni imposte dal governo a tutela della popolazione.

L’uomo in questione ha deciso di violare il “coprifuoco” imposto dalle autorità per andare a far visita alla sua amante, che risiede appunto nella città di Rovigo. Purtroppo, non sapeva però che la donna era affetta dal virus Covid-19, poiché totalmente asintomatica ed in ottima salute. Così facendo, l’uomo ha inconsapevolmente contagiato il figlio adolescente, di appena 13 anni. Tutto ciò rende ancora più incredula la popolazione di Rovigo e di tutta Italia.

Il reato è stato commesso nella totale consapevolezza della pandemia in atto e ciò aggrava ancora di più la posizione dell’uomo residente in Veneto che è stato quindi denunciato da parte delle forze dell’ordine oltre che sanzionato con una multa salata. Inoltre, l’uomo è risultato anche esso asintomatico ma il figlio adolescente, invece, no. Dai suoi sintomi infatti, si è riusciti a risalire all’accaduto ed alla tresca amorosa del padre con la donna di Rovigo.

La notizia è apparsa sul quotidiano “Il gazzettino” dove è riportata l’esatta dinamica dei fatti accaduti a Rovigo. Tutto è stato scoperto in seguito ad un’indagine epidemiologica sul figlio adolescente, affetto dal virus Covid-19. Infatti, il ragazzo non usciva di casa dall’inizio della quarantena: quindi, per deduzione, si è risaliti al padre ed alla tresca amorosa extra-coniugale. Si è impiegato tempo perché il padre non voleva che i fatti venissero ovviamente alla luce.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - Durante la pandemia in atto, in cui giornalmente continuano a morire centinaia e centinaia di persone, c'è chi pensa bene di andare a trovare l'amante per qualche momento di intimità. Mi dispiace molto per il figlio tredicenne che non c'entrava nulla con la tresca amorosa del padre con l'amante di Rovigo. Bene la denuncia e la sanzione per l'uomo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!