Iscriviti

Puglia, due bagnanti perdono la vita in spiagga a poche ore di distanza: drammi a Gallipoli e Lendinuso

Il primo episodio si è verificato a Rivabella, vicino Gallipoli (Lecce), il secondo a Lendinuso, marina di Torchiarolo situata in provincia di Brindisi. A perdere la vita sono stati rispettivamente un 79enne e un turista romano 84enne.

Cronaca
Pubblicato il 7 agosto 2021, alle ore 20:50

Mi piace
0
0
Puglia, due bagnanti perdono la vita in spiagga a poche ore di distanza: drammi a Gallipoli e Lendinuso

Sabato tragico sulle spiagge del Salento, in Puglia, dove a distanza di poche ore due bagnanti hanno perso la vita sia sul litorale Ionico che Adriatico. Il primo dramma si è verificato all’improvviso sulla nota spiaggia di Rivabella, vicino Gallipoli, nel lecesse. Qui un anziano di 79 anni, Aldo Stifani, è stato colto da un malore subito dopo essere entrato in acqua. Le temperature anche oggi erano roventi in tutto il Sud Italia, con la colonnina di mercurio che ha toccato e superato i 35 gradi centrigradi. 

Stifani, non appena ha avvertito il malore, è stato subito soccorso dagli altri bagnanti presenti in spiaggia, i quali hanno chiamato immediatamente i soccorsi. Sul posto sono giunti i sanitari del 118. Con lui non c’era nessun parente, nè amici. Molto probabilmente, secondo quanto spiega Lecce Prima, l’anziano era abituato a scendere da solo in spiaggia per un bagno rinfrescante. Già alle 9:00 questa mattina si trovava in spiaggia. Ma nulla poteva far presagire il drammatico finale di giornata. Per lui sono stati inutili i tentativi di rianimazione. 

Shock anche a Lendinuso

La salma dello sfortunato 79enne, originario di Noha, vicino Galatina, è stata quindi riconsegnata ai famigliari dopo che il medico legale ha stabilito la morte naturale dell’uomo. Del fatto è stato anche avvisato il pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce. L’uomo sarebbe spirato già una volta raggiunto il bagnasciuga. 

Anche a Lendinuso, marina di Torchiarolo situata sul mare Adriatico (Brindisi) sembrava un tranquillo sabato mattina. All’improvviso i bagnanti sono stati attirati dal suono delle sirene e dalle urla dei bagnanti. Un 84enne, turista romano in vacanza, si è infatti sentito male mentre si trovava in spiaggia. 

Ad lanciare l’allarme sono stati la moglie e le figlie che erano con lui in spiaggia. I presenti hanno cominciato a soccorrere l’uomo, subito dopo è giunta un’ambulanza del 118. I sanitari hanno pratico per oltre un’ora il massaggio cardiaco al malcapitato: ogni tentativo si è rivelato purtroppo vano. 

Sul luogo del fatto di cronaca si sono precipitati anche i bagnini di uno stabilimento vicino, ma nulla si è potuto per salvare la vita all’uomo. La Polizia Locale di Torchiarolo ha invece eseguito i rilievi del caso. Anche in quest’occasione il medico legale ha stabilito la morte naturale del bagnante e la sua salma è stata restituita ai famigliari per poter svolgere le esequie. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un sabato davvero tragico sulle spiagge del Salento, dove questi due bagnanti sono deceduti a poche ore di distanza l'uno dall'altro. Si tratta di episodi che scioccano intere comunità quando accadono. Una tranquilla mattinata si è trasformata in dramma in queste località, che sono tra le più note del Salento, specie Rivabella a Gallipoli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!